OSPEDALE DI CEFALU' STRUTTURA DI RIFERIMENTO SENZA PROMISCUITA' CON REPARTI COVID

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Il 24 marzo il Presidente della Fondazione Giglio di Cefalù ha comunicato l'imminente apertura di un reparto Covid-19 all'interno della struttura ospedaliera di Cefalù, pur mantenendo l'operatività di altri reparti quali oncologia, cardiologia (HUB), ostetricia (Punto Nascita) e centro Prelievi.

Considerato che l'ospedale di Cefalù, riferimento per l'intero territorio madonita e parte del territorio nebrodense, ma anche per utenza proveniente da altre provincie per delicate patologie neurologiche, cardiologiche ed oncologiche è costituito da un unico corpo di fabbrica, riteniamo che la promiscuità di destinazione d'uso e la promiscuità di personale sanitario, possano essere altamente pericolose per la pubblica incolumità, esponendo ad altissimo rischio di contagio sia il personale sanitario stesso, sia l'utenza e di conseguenza l'intero territorio.

Chiediamo pertanto alle autorità competenti in indirizzo, di scongiurare, con tutte le azioni a loro possibili, quella che potrebbe trasformarsi in una vera e propria tragedia che potrebbe contribuire, in questo periodo di particolare emergenza, al collasso dell'intero sistema sanitario regionale.