Petition Closed
Petitioning Ministro dell'ambiente and 2 others

No a Ombrina in Abruzzo (progetto petrolifero della Medoil)

per impedire la deriva petrolifera abruzzese

Letter to
Ministro dell'ambiente
Ministro per i beni e le attività culturali
Ministro dell'Ambiente (Andrea Orlando)
Le scrivo in merito al progetto petrolifero
Ombrina Mare, prospiciente la
costa dei trabocchi, in Abruzzo.

Il progetto sito a pochi chilometri dalla riva,
consiste in una Piattaforma fissa, una nave raffineria -FPSO-
lunga 220 metri, alta come un palazzo di 10 piani.
Quest'ultima, ogni giorno immetterà in atmosfera
200 tonnellate di sostanze aeriformi. Non a caso,
Ombrina mare è stato definito il peggiore
progetto petrolifero del Mediterraneo Occidentale.

Un progetto di tale impatto visivo, a pochi chilometri da una delle coste più belle del Adriatico,
non a caso con l' articolo 4 della L. 8 ottobre 1997, n°344,
la suddetta costa, viene inserita tra le
Aree di reperimento prioritarie individuate dall'art. 34, comma 6,
della Legge Quadro sulle Aree Protette -Lg. 394/91- ,
aree queste, sulle quali si prevedeva di istituire Parchi Nazionali o Riserve,
infatti, con la legge n. 93 del 2001 articolo 8, comma 3, venne istituito il
Parco Nazionale della Costa Teatina.

Le decine di osservazioni in critica al progetto Ombrina Mare, prodotte
da associazioni, universitari, enti locali, provincia di Chieti, cittadini, sono risultate
lettera morta per la Commissione VIA, che in maniera del tutto incomprensibile
emette la sua approvazione.
Ora, come saprà, per il Decreto VIA, c'è bisogno anche della sua firma.

NON FIRMI

Nel nome dell’articolo 9 della Costituzione, ai sensi del
quale la Repubblica Italiana “tutela il paesaggio e il patrimonio storico
e artistico della nazione”. Centralità riconosciuta
anche da un consolidato orientamento della Corte
Costituzionale, ai sensi del quale la tutela del bene paesaggistico è elevata
a valore primario dell’ordinamento, non è suscettibile di essere
subordinata ad altri interessi e costituisce un interesse pubblico fondamentale,
primario ed assoluto che va salvaguardato nella sua interezza.

NON FIRMI

Anche l'Unione Europea, attraverso la Convenzione del Paesaggio,
riconosce al paesaggio uno straordinario elemento identitario, condizione
imprescindibile per il benessere delle popolazioni, ed elemento
prioritario per le economie dei territori.

NON FIRMI

Il 13 aprile 2013, contro Ombrina Mare, a Pescara sono scesi in piazza
30 mila cittadini, a difesa della propria costa, la più bella.
I cittadini rispettano la Costituzione,
vogliamo sperare, che il suo Ministero non sia da meno.
Non tradisca il suo mandato,
e l'alto compito da lei assunto.

NON FIRMI