Fermiamo il disastro della Roma Lido

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


CHI  SI  FERMA  E’  PERDUTO !
PETIZIONE CONTRO UN DISASTRO ANNUNCIATO

La situazione è grave.  

Viviamo male il viaggio d’ogni giorno sulla Roma Lido e sulle altre ferroviarie regionali date ad ATAC S.p.A.   Guasti ai treni ad Acilia, Bernocchi, Vitinia; blocchi alla linea a Lido Nord; problemi agli impianti di segnalamento a Malafede e Vitinia; stazioni abbandonate a Tor di Valle e C. Fusano; i treni saturi fin da Acilia lasciano a piedi decine di passeggeri a Bernocchi o Vitinia.

ATAC ha nel Deposito Magliana 15 treni, ma ogni mattina fa fatica a mettere in linea i nove che basterebbero per fare corse a 10 minuti.  Tra soppressioni occultate, rimodulazioni e ritardi, non riescono quasi mai a rispettare l'Orario Ufficiale, deciso da ATAC stessa e avvallato a scatola chiusa dalla Direzione mobilità della Regione Lazio. 

      Prima di tutto vengono le esigenze di ATAC di guadagnare più soldi, anche facendo tanti km/treno da Ostia a Roma solo sulla carta.  Si fanno corse ogni 10 minuti quando non servono (p.es. alle 21) e non si fanno in orario di punta la mattina. Indecente la situazione di ascensori e scale mobili, soggetti a guasti ripetuti: scandalosa nelle stazioni di Ostia Antica o di C. Fusano, dove tutti gli ascensori, neppure vecchi, son rimasti fermi per mesi o lo sono ancora da anni.

Queste inefficienze hanno trasformato il malessere, vissuto da noi utenti delle tre ferrovie, in aperta agitazione.  Cittadini e pendolari chiedono, ad una Regione fin’ora incapace, d’intervenire veramente e non coi “pezzi di carta” sul Gestore ATAC, che ha scelto, e sui dirigenti, che ha avvallato.

Fargli rispettare almeno gli standard di qualità e di quantità previsti nel Contratto di servizio scaduto.

Regione Lazio, Assessore Mauro Alessandri e Direttore Stefano Fermante, assieme all'ATAC e al suo Direttore di Esercizio, sono riusciti a trasformare la nostra vita quotidiana in una emergenza.

I pendolari e i viaggiatori chiedono atti e fatti concreti, opere, nomine ed azioni, che inizino ad affrontare, qui e adesso e non in un vago futuro remoto, le problematiche gestionali della Roma Lido e delle ferrovie regionali.

    >>>>>               >>>>                >>>>    C H I E D O N O  a Regione e ATAC:

1) decisioni della Regione Lazio per la revoca dell'assenso alla nomina dell'attuale Dirigente di esercizio delle ferrovie ex concesse;

2)  la verifica su nuovi orari ufficiali di esercizio inverno 2020, per coprire con frequenze a 7 minuti e mezzo, le fasce orarie di maggiore domanda di trasporto, lunedì/venerdì - 07./09.;

3)  la riapertura dei cantieri bloccati sulle ferrovie concesse per mancati pagamenti di ATAC alle imprese appaltatrici, in particolare Acilia Sud-Dragona e fabbricato viaggiatori della fermata "Beirut" Tor di Valle, con crono-programma ufficiale dei riavvii delle opere;

4)  i tempi aggiornati della procedura di acquisto nuovi treni, con crono-programmi per l'Accordo Quadro e per le singole Gare di fornitura conseguenti, ad oggi già slittata alla data stimabile del giugno 2022;

5)  il crono programma per le procedure di affidamento alla azienda regionale ASTRAL delle opere previste da anni e per la Roma Lido e lo stato dell'affidamento a Rete Ferroviaria Italiana e ad ASTRAL delle opere inserite nei famosi 180 milioni del Patto per il Lazio di aprile 2016;

6) che fine ha fatto il vecchio Contratto di servizio tra Regione e ATAC e le proposte di un "vero" Contratto di servizio fatte fin da maggio dai Comitati pendolari delle tre linee regionali;

7) quale è lo stato delle manutenzioni ordinarie sui treni già oggi disponibili presso il deposito ATAC di Magliana.