Vittoria confermata

SALVIAMO IL LITORALE DEL PONENTE GENOVESE

Questa petizione ha creato un cambiamento con 3.230 sostenitori!


IL PONENTE GENOVESE DICE BASTA AD ULTERIORI RIEMPIMENTI ED AMPLIAMENTI DEL PORTO DI PRA'.

Il Ponente genovese è un territorio martoriato, destinato ad essere una vera e propria servitù industriale. I quartieri del ponente hanno dovuto cedere tutto : il mare, l'ambiente, la qualità della vita e la propria dignità.

Il porto di Pra’ è una di quelle realtà industriali che ha avuto un notevole impatto ambientale.

 Costruito a ridosso del centro abitato, è un porto nato nei primi anni ‘90. Per convincere i cittadini del ponente a rinunciare alle proprie spiagge e al mare aperto furono fatte promesse  mai mantenute : 5.000 posti di lavoro e un "importante ritorno" per il territorio.

 Sono passati più di vent'anni  e i cittadini sono ora in grado di tirare le somme. La realtà attuale dei fatti è  ben diversa, le promesse sono una cosa, la realtà, purtroppo, un'altra.

 Oggi il porto di Pra’ conta circa 680 dipendenti diretti più l'indotto, per circa 1400 persone, meno di un terzo delle promesse fatte.  L'impatto ambientale che ne è derivato è stato devastante sotto molti punti di vista : inquinamento acustico, inquinamento atmosferico, degrado per i quartieri direttamente impattati  e un danno patrimoniale per migliaia di cittadini.

Oggi,  come anche negli ultimi dieci anni, l' Autorità Portuale torna nuovamente all'attacco proponendo, a distanza di circa 2 anni  dall'ultima ipotesi di scenario che avrebbe impattato Pegli e che e' stata duramente bocciata dai cittadini, un altro scenario che prevede ulteriori riempimenti (300.000 mq), un prolungamento della diga di circa 800 metri verso ponente (Voltri).

Un altro scenario che, proprio come l'ipotesi di 2 anni fa, avrebbe un impatto devastante sulle ultime spiagge del ponente, portando, inevitabilmente, altro degrado.

Tutto questo per adeguarsi al gigantismo navale,  un fenomeno che riguarda in particolar modo le navi portacontainer e che sta creando scompiglio e danni ai porti e alle coste di tutto il mondo. Un fenomeno imposto dai grandi armatori che, al fine di arricchirsi sempre di più e ottenere un monopolio dei traffici,  investono in navi sempre più grandi.

Un obiettivo che risulta incoerente e scellerato rispetto ad una visione d’insieme di efficacia ed efficienza del sistema portuale ligure, quando Il PRP gia’ prevede la modifica della diga in zona  Sampierdarena (calata Bettolo) al fine di ospitare le stesse grandi navi e a pochi chilometri di distanza è prevista l’apertura della Piattaforma Maersk di Vado Ligure sempre adibita allo stesso scopo.

A conti fatti ,il porto di Prà , è oggi una realtà industriale che ha preso dal territorio molto di più rispetto a quello che è stato capace di restituire.

I cittadini genovesi non ne traggono nessun vantaggio o beneficio, al contrario dei Terminalisti e l’Autorità Portuale…

Chiediamo, quindi, al Commissario dell'Autorità Portuale,  al Sindaco di Genova e al Presidente della Regione Liguria quanto segue:

Proprio per la sua natura, costruito a ridosso del centro abitato senza alcun rispetto dei cittadini, per la conformità complessa del nostro territorio, per l'impatto ambientale che ha inevitabilmente comportato, tutelando allo stesso tempo tutti i lavoratori dell’area portuale in oggetto, oggi, i cittadini  del ponente (da Multedo-Pegli e Pra’ a Voltri-Vesima) dicono BASTA a qualsiasi riempimento, allargamento e modifica dell’attuale diga  del porto di Pra', sia verso est, sia verso ovest che a sud, né ora né mai.

 

 



Oggi: Movimento 5 Stelle conta su di te

Movimento 5 Stelle Liguria ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Movimento 5 Stelle Liguria: IL PONENTE GENOVESE DICE BASTA AD ULTERIORI RIEMPIMENTI ED AMPLIAMENTI DEL PORTO DI PRA'". Unisciti con Movimento 5 Stelle ed 3.229 sostenitori più oggi.