Necessaria legge contro l'omofobia

0 hanno firmato. Arriviamo a 75.000.


È giunto il momento di farsi seriamente sentire e di porre fine a queste atroci barbaritá. L'aggressione dello scorso 13 settembre ai danni di una coppia gay a Verona è l'ennesimo caso di matrice omofobica. È inamissibile pensare che all'alba del 2019 si verifichino situazioni di questo tipo! Gli omosessuali, io inclusa, siamo prima di tutto persone. Persone che lottano ogni giorno per assicurarsi un tetto sopra la testa, persone che inseguono, con difficoltà annesse, i propri sogni, le proprie ambizioni. Abbiamo un cuore pulsante sotto la pelle, siamo esseri umani, ma gli umani sono in pochi alla luce di quanto è successo e di quanto succederà se non si prenderanno le giuste misure cautelari! Chiedo per tanto la vostra collaborazione: che questi atti di matrice omofobica vengano severamente perseguiti dalla legge, così come lo sono gli stupri, perché anche questa ancor prima di essere violenza fisica, è pura violenza psicologica! Un mero e penoso atto di incoscienza! Perché dobbiamo vivere nell'affanno? Perché dobbiamo continuamente nascondere le nostre inclinazioni dietro la paura di essere presi e pestati a sangue, minacciati di morte, terrorizzati! 

Il 23 giugno 2004 il consiglio dei Ministri francese ha approvato una proposta di legge contro l'omofobia. Chi insulta gay e lesbiche rischia un anno di carcere e fino a 45.000 euro di multa.

La Danimarca si è dotata di una legge antidiscriminatoria generale emendata il 3 giugno 1987 con la legge n. 357 che prevede la non discriminazione per orientamento sessuale.
L'articolo 266b del codice penale, inoltre, punisce l'incitamento all'odio anche nei confronti degli omosessuali.

Anche l'Italia si è dotata di una legge antidiscriminatoria, la legge Mancino, nel 93, ma ha ben pensato di DISCRIMINARE dalla sua formulazione gli omossessuali, non curante delle gravi ripercussioni che ha causato questa grave mancanza di rispetto negli anni.

Possiamo cambiare la situazione, ognuno di noi può farlo! In primis noi per noi stessi, in secundis chi ha scelto di far parte delle nostre vite malgrado questa piccola "diversità", una madre  un padre, un fratello .TUTTI! 

Affinché possiamo essere TUTTI uno in questa grande battaglia,  uniamoci e chiediamo che questi atti di matrice omofobica siano perseguiti dalla legge! Una legge contro gli atti di matrice omofobica! 



Oggi: Francesca conta su di te

Francesca Carboni ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Monica Cirinná: Necessaria legge contro l'omofobia". Unisciti con Francesca ed 67.775 sostenitori più oggi.