Firma per l'approvazione del Parco Nazionale degli Iblei

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Gen. Sergio Costa

Al Presidente della Regione Sicilia

On.le Nello Musumeci

All'Assessore all'Ambiente della Regione Sicilia

On.le Salvatore Cordaro

dal Dicembre 2007, con la legge finanziaria per il 2008 , furono formalmente istituiti 4 Parchi Nazionali: Pantelleria, Isole Egadi, Isole Eolie e Monti Iblei.

Di questi, dopo anni di innumerevoli dibattiti e valutazioni, solo il Parco Nazionale dell’isola di Pantelleria ha concluso l’iter burocratico, arrivando al traguardo dell’istituzione definitiva con decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 2016; gli altri tre parchi, pur in gran parte già definiti nel loro perimetro, restano ancora sulla carta, nonostante siano trascorsi già 13 anni dall’avvio della loro realizzazione.

Oggi, anche in conseguenza dell’emergenza sanitaria, c’è una grande e rinnovata attenzione, da parte dei cittadini e dell’Unione Europea, verso le politiche di sviluppo sostenibile indirizzati all’ambiente, verso il quale è possibile e doveroso investire nuove e ingenti risorse.

Il Parco degli Iblei è ormai prossimo al traguardo finale, le osservazioni delle istituzioni locali sono state inviate all’assessorato al Territorio e Ambiente della Regione Sicilia, in modo che quest’ultimo possa inviare il suo parere definitivo al Ministero dell’Ambiente.

E’ ormai diffusa la consapevolezza dei grandi vantaggi che le istituzioni dei Parchi possono portare alle comunità che vivono al loro interno, in termini di investimenti proficui di risorse finanziare da perte dello Stato e della U.E., di attrazione di ulteriori flussi turistici, di nuovi impulsi a una più redditizia agricoltura di qualità, di rivitalizzazione delle attività produttive e artigianali, di maggiore cura e salvaguardia del territorio, di valorizzazione delle caratteristiche di unicità paesaggistiche, di ripristino degli antichi casali e di sviluppo di una più sostenibile bioarchitettura, di protezione e conservazione della straordinaria biodiversità, e, infine, ma non meno importante, di benessere e qualità della vita dei suoi abitanti.

Nel caso del Parco Nazionale degli Iblei, tutti questi benefici incontrano un territorio già pronto alla sua gestione. Gli atti finali per la sua istituzione dipendono ormai solo e unicamente dalla volontà politica delle istituzioni, regionali e nazionali.

Rivolgiamo pertanto questo appello, sostenuto da semplici cittadini, associazioni, ed enti locali a Lei, Signor Ministro, al Presidente della Regione Sicilia e all'Assessore all'Ambiente della stessa, affinché facciate tutto quanto è in Vs. potere per sollecitare e accelerare la risoluzione della definitiva istituzione del Parco Nazionale degli Iblei. Un iter che dura ormai da troppi anni, e che chiede di essere portarlo alla conclusione tanto auspicata, andando incontro alle aspettative, agli interessi collettivi e ai desideri, non solo delle più rappresentative personalità del mondo della cultura e dell’associazionismo, ma anche della stragrande maggioranza delle popolazioni Iblee e di chiunque riconosca in questo territorio un'oasi di natura, di storia e di bellezza.