SPORT: Il COVID 19 sta distruggendo il nostro amato mondo sportivo, AIUTACI a DIFENDERLO!

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


ESISTIAMO ANCHE NOI!

Perche' anche NOI siamo PARTE INTEGRANTE ed EDUCATIVA della CULTURA ITALIANA! 

"NOI" che dello SPORT, oltre ad averne fatto uno STILE DI VITA, ne abbiamo fatto anche  un LAVORO  (pur non essendo ADEGUATAMENTE TUTELATO e RICONOSCIUTO...).

Detto questo, In riferimento all'ordinanza del 1 MARZO 2020 e dell'ordinanza successiva del 4 MARZO 2020 DEL DPCM ed all'emergenza sanitaria COVID-19 che sta riguardando il nostro Paese, per quanto riguarda la sospensione di tutte le ATTIVITA’ SPORTIVE nella maggior parte del territorio Nazionale, con particolare attenzione nelle Regioni VENETO, LOMBARDIA, EMILIA ROMAGNA, PIEMONTE, TOSCANA e MARCHE, questa sospensione "forzata" delle attivita' sportive sta recando NON POCHE problematiche a livello SOCIO ECONOMICO, poichè tante persone lavorano nel Settore Sportivo, settore alquanto "emblematico" nel nostro Paese, poichè non gestito come vero e proprio "settore lavorativo" a tutti gli effetti.

Purtroppo la nostra categoria sta risentendo parecchio dal punto di vista economico attraverso le scelte del Governo messe OBBLIGATORIAMENTE in atto; al momento TECNICI ed ISTRUTTORI sono "forzatamente" lasciati a casa, ma nessuno ci restituirà' le somme di denaro perse in queste ultime due settimane e soprattutto gli introiti che perderemo nei prossimi mesi. Le associazioni purtroppo a breve saranno messe in ginocchio a causa dei continui recuperi di lezione che avverranno nei mesi successivi, pertanto la perdita economica da parte delle Associazioni  e' sia immediata e sia distribuita nel tempo.

RICORDANDOVI CHE TUTTI GLI OPERANTI DEL SETTORE SPORTIVO NON SONO TUTELATI A LIVELLO PREVIDENZIALE DALLE SOCIETÀ SPORTIVE STESSE, ne tanto meno dallo STATO STESSO (a meno che l'istruttore non provveda a tutelarsi privatamente tramite un assicurazione previdenziale privata personale), vi ricordiamo che se all' ISTRUTTORE VIENE TOLTA LA POSSIBILITÀ DI ESERCITARE LA PROPRIA ATTIVITÀ LAVORATIVA, L'ISTRUTTORE STESSO NON PERCEPISCE ALCUN TIPO DI COMPENSO SPORTIVO O STIPENDIO!

Ma anche noi abbiamo le nostre spese FISSE, come MUTUI, FINANZIAMENTI, PAGAMENTO DELLE BOLLETTE, ETC....

Capiamo perfettamente l’emergenza sanitaria in atto, ma ci siamo resi conto che il Settore Sportivo è stato letteralmente FERMATO, nonostante non si capiscano alcune decisioni prese dal Governo in merito al fatto che gli Atleti AGONISTI possano svolgere la loro attivita', comprese le varie competizioni (se pur a porte chiuse), mentre il settore delle ATTIVITA' MOTORIE DI BASE è stato totalmente fermato, poichè la Responsabilita' ricade sulle Associazioni stesse nel caso dovessero prendere decisioni in merito alla ripresa delle attività amatoriali. E' chiaro che prendersi delle RESPONSABILITA' non è da tutti ed è chiaro come la paura prenda il sopravvento e ci porti piuttosto a CHIUDERE definitivamente tutti i nostri corsi sportivi senza incombere in sanzioni personalmente perseguibili e di dubita chiarezza, visti i continui cambiamenti dei decreti che stanno creando sempre piu' CONFUSIONE e DISAGIO. Eppure sappiamo perfettamente tutti quanti che laddove non c'è un'attivita' motoria di base non puo' esserci il SOSTENIMENTO delle attivita' AGONISTICHE con conseguenti cause negative che avverranno nel tempo a discapito di Associazioni, Societa' Sportive e di conseguenza degli ISTRUTTORI e dei TECNICI specializzati nei vari settori sportivi di loro competenza, nonchè a discapito delle FAMIGLIE stesse che si ritrovano a dover gestire e risolvere problematiche all'interno della loro gestione familiare.

Non comprendiamo la motivazione della scelta del Governo nel sottolineare come un Atleta con Certificato Medico Agonistico possa svolgere la propria attivita' sportiva, a differenza di un Atleta Amatoriale che è costretto a fermarsi poichè possiede un Certificato Basico  di Buona Salute. Il COVID-19 non seleziona le proprie vittime in base al livello sportivo dell'atleta stesso.

Pertanto chiediamo al Governo che si faccia promotore di azioni che aiutino la nostra realtà sportiva a perseguire serenamente quello che è stato sino ad oggi il nostro principale lavoro svolto con qualsiasi atleta di qualsiasi livello, oppure nello specifico chiediamo: 


1. VENGA ISTITUITO PRESSO IL MINISTERO DELL’ ECONOMIA E DELLE FINANZE UN “FONDO UTENZEPER SOSTENERE LA RIPRESA ECONOMICA PER GLI IMPIANTI SPORTIVI;

2. VENGA RIDOTTO O SOSPESO IL PAGAMENTO DEI CANONI PER L’IMPIANTISTICA PUBBLICA E PRIVATA;

3. VENGA ISTITUITO PRESSO LA SPORT SALUTE S.P.A UN FONDO PER RISARCIRE I COSTI SOSTENUTI PER LA COPERTURA ASSICURATIVA PER TESSERATI ( POLIZZA INFORTUNI, POLIZZA RCT) DA PARTE DELLE SOCIETÀ’ ISCRITTE AL REGISTRO NAZIONALI CONI, NEL PERIODO D’EMERGENZA;

4. VENGA RIDOTTO IMMEDIATAMENTE E DIRETTAMENTE IN BOLLETTA, PER ASSOCIAZIONI ED IMPRESE CHE GESTISCONO PALESTRE, IMPIANTI SPORTIVI, E NATATORI DI PARTE DELLE ACCISE/TASSE IN MISURA CONGRUA A SUPPORTARE IL MOMENTO CRITICO E LA SUCCESSIVA RIPRESA;

5. VENGANO SOSPESI I CANONI TARI E TASI PER LE SEDI SPORTIVE E LA SOSPENSIONE DEGLI OBBLIGHI FISCALI ANCHE PER I DETENTORI DI PARTITA IVA E NON;

6. CHIEDIAMO UNA SOVVENZIONE DI UN MINIMO MENSILE PER TUTTI I DETENTORI DI PARTITA IVA E NON CHE LAVORANO IN QUESTO SETTORE E PER I QUALI QUESTO RAPPRESENTI L’UNICA FONTE DI REDDITO DIMOSTRATO (ISTRUTTORI, INSEGNATI, MAESTRI);

7. VENGANO SOSPESI I MUTUI DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DEI SOGGETTI ELENCATI NEL PUNTO 6;

8. CHIEDIAMO LA SPIEGAZIONE DEL PERCHÉ’ ALTRI SETTORI NON SIANO STATI CHIUSI COME LE ATTIVITÀ' SPORTIVE , ANCHE SE PREVEDONO UN PALESE CONTATTO FISICO O RAVVICINATO; PERTANTO VORREMMO CHE LE REGOLE DA APPLICARE SIANO UGUALI PER TUTTI.

In allegato troverete la raccolta dei dati e delle firme di tutti coloro che spontaneamente hanno deciso di portare alla luce quanto è emerso.


Confidando in una vostra rapida risposta, rimaniamo disponibili ad un eventuale confronto, con delle pretese di delucidazioni in merito ai punti sopra elencati.

Cordiali Saluti Sportivi,
ADRIANA CRISCI e tutti i Lavoratori/Sostenitori del SETTORE SPORTIVO.

3294521328 - criscieventi@yahoo.it

(che sia finalmente  questo l'inizio di un vero e proprio Movimento Sportivo?)

L'UNIONE FA LA FORZA!