PETIZIONE CHIUSA

Per 50 centesimi non farò il commissario al concorso a cattedra 2016

Questa petizione aveva 2.104 sostenitori


Pochi ormai ricorderanno che nel precedente concorso 2012 molte commissioni di esami furono annullate per dimissioni da parte dei commissari, poco informati sui compensi e sui carichi di lavoro oltre che di responsabilità.  La situazione si ripete anche questa volta in cui saranno necessari circa 10.000 commissari.

I commissari di esame percepiranno 209 euro lordi come paga base, 50 centesimi di euro per ogni elaborato scritto corretto e 50 centesimi di euro per ogni prova orale.

Le domande potranno essere inviate su istanze on line entro il 19 marzo 2016.

Cumulativamente i compensi non potranno superare i 2.051,00 euro, ma per arrivare a questo compenso il commissario incaricato dovrebbe esaminare ben 1.842 docenti partecipanti al concorso. Questo numero non verrà mai raggiunto per via del fatto che ogni commissione non può operare con più di 500 candidati.

L’incarico non prevede alcun esonero dal servizio ordinario e nessun rimborso spese per spostamenti verso la sede di esami.

Riteniamo offensivo  questo bando di reclutamento dei docenti commissari di esame sia per chi esamina sia per chi viene esaminato e selezionato dal concorso.

Queste cifre sono la prova provata di quanta considerazione abbia lo Stato per la scuola italiana e quanto interesse ci sia nel selezionare i migliori docenti che lavoreranno nella scuola per i prossimi 40 anni.

Affidare la selezione a docenti che accettano 50 centesimi per ogni elaborato e senza esonero mina la serietà di un concorso dove ogni candidato andrebbe valutato con competenza, con tutta la tranquillità e il tempo necessari e, soprattutto, affidandolo ai migliori docenti esaminatori. Di certo i docenti esaminatori hanno un ruolo delicato e soprattutto colmo di responsabilità, che non può essere liquidato con un compenso che offende pesantemente la categoria professionale

E’ per questo che chiediamo a tutti i docenti di ruolo in posizione utile di boicottare la candidatura a commissario di esami al prossimo concorso.

Solo così sarà possibile bloccare un concorso che da molti punti di vista risulta pieno di illegittimità, lesivo della dignità di esaminati ed esaminatori, sommario nella forma e nella sostanza.

 



Oggi: Professione Insegnante conta su di te

Professione Insegnante ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministero della Pubblica Istruzione: Per 50 centesimi non farò il commissario al concorso a cattedra 2016". Unisciti con Professione Insegnante ed 2.103 sostenitori più oggi.