NO alle modifiche unilaterali nei contratti di agenzia

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


NO ALLE MODIFICHE UNILATERALI

Un mandato di agenzia altro non è che un contratto, un accordo sottoscritto tra due soggetti, uno la mandante e l'altro l'agente.  Il contratto per essere valido deve rispettare alcuni punti fondamentali: 

1 l'accordo delle parti
2 la causa
3 l'oggetto
4 la forma

Il mandato o contratto di agenzia  ai sensi dell'art. 1742 cc. stabilisce che: una parte (l'agente) assume stabilmente (e non saltuariamente) l'incarico di promuovere, per conto dell'altra (la mandante), verso retribuzione (provvigioni), la conclusione di contratti (proposte d'ordine) in una zona determinata.  

Se il contratto è frutto di un accordo tra le parti, dovrebbe esserne vietata la modifica unilaterale.

La mandante, dopo aver affidato all’agente un territorio ed una provvigione, nel momento in cui il lavoro, le vendite cominciano a crescere ed il fatturato provvigionale inizia a dare i frutti dell’investimento fatto dall’agente, ecco che la mandante inizia il lavoro di sartoria, taglia sistematicamente ed alternativamente, una volta le provvigioni, un’altra la zona, in modo da non permettere all’agente di godere del frutto del suo lavoro, e questi tagli sistematici, vengono fatti senza riconoscere alcuna indennità all’agente.

Nè il codice civile, nè le norme europee, prevedono che ci possano essere variazioni contrattuali unilaterali, questa prerogativa è permessa, e solo unilateralmente dalla contrattazione collettiva. Già questa prerogativa, quella della modifica unilaterale, dovrebbe essere dichiarata inammissibile ed illegale. 
La contrattazione collettiva è nata per chiarire e regolamentare le norme nelle parti generali ed in nessun caso potrebbero essere peggiorative delle stesse. 

Usarci ritiene la normativa presente negli Accordi Economici Collettivi che permette alla preponente, seppur con determinati parametri, di ridurre unilateralmente la zona, i clienti, i prodotti e addirittura le provvigioni, sia eccessivamente a favore delle aziende preponenti, e debba essere eliminata.



Oggi: USARCI conta su di te

USARCI ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ministero del Lavoro: NO alle modifiche unilaterali nei contratti di agenzia". Unisciti con USARCI ed 1.955 sostenitori più oggi.