PETIZIONE CHIUSA

Ridiamo vita al Treno Storico Salento Express

Questa petizione aveva 4.418 sostenitori


Nel 2011 grazie all'associazione Aisaf Onlus di Lecce nasce il Treno Storico Salento Express con l'obiettivo di sviluppare nuove forme di turismo sui binari della Terra d'Otranto, recuperando antiche carrozze e locomotive destinate alla demolizione. Fino al 2015 il Salento Express, con una capienza di 300 viaggiatori, ha circolato in lungo e in largo nel tacco d'Italia con una media di un viaggio al mese, totalizzando più di sessanta viaggi. Importanti in questo senso sono stati i tradizionali viaggi verso il Presepe Vivente di Tricase, verso la Città Vecchia di Gallipoli per i riti del Venerdì Santo e il Treno dei Due Mari da Gallipoli Porto a Otranto. 

Dall'Ottobre 2015 a causa della crisi che ha investito le Ferrovie Sud Est, le revisioni del convoglio d'epoca sono state interrotte e da allora non è stato più possibile programmare alcuna iniziativa. Le richieste di fruizione da parte di turisti e tour operator (soprattutto esteri) continuano ad arrivare, in Italia il Turismo Ferroviario va a gonfie vele, ma in Puglia gli antichi rotabili, non avendo revisione, non possono circolare. 

Alcune carrozze o locomotive che sono state protagoniste del Salento Express oggi giacciono persino in stazioni non sorvegliate e sono gia state oggetto di atti vandalici.

RISCHIAMO DI VEDERLE COMPROMESSE IN MANIERA DEFINITIVA. 

Regione Puglia solo tu puoi stanziare le somme per ridare vita al Treno Storico Salento Express e al suo movimento turistico di qualità legato ai grandi numeri, linfa vitale per i nostri borghi soprattutto nei periodi di bassa stagione.

 



Oggi: Rotaie di Puglia conta su di te

Rotaie di Puglia ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Michele Emiliano: Ridiamo vita al Treno Storico Salento Express". Unisciti con Rotaie di Puglia ed 4.417 sostenitori più oggi.