PETIZIONE CHIUSA

SI al Rappresentante di classe, NO al preside-sceriffo, SI a coinvolgere attivamente genitori e personale scolastico per una SCUOLA BUONA DAVVERO!

Questa petizione aveva 935 sostenitori


 

Caro Genitore,
ancora una volta, per far vedere che riformano la scuola, cercano di mettere fra parentesi noi genitori, che in realtà ci mettiamo gratuitamente a disposizione e contribuiamo a rendere migliore la scuola dei nostri figli.
Certo è più difficile scomodare certi potentati, ma noi siamo tanti e se ci impegniamo possiamo far sentire la nostra voce.

Caro Insegnante,
voi per la vostra parte, noi dal versante dei genitori, siamo chiamati in causa da #LaBuonaScuola per far sì che il servizio di istruzione non scivoli in mano a #presidi-sceriffo, come quelli che stanno seminando danni in un numero sempre crescente di scuole.
La presenza consapevole dei genitori è essenziale per prevenire questa deriva anti-democratica e salvare la scuola italiana, che è un valore a livello mondiale e allo stesso tempo costituisce il volano necessario per il rilancio del nostro Paese, partendo dai giovani.

E allora, se condividi, firma per UNA SCUOLA BUONA DAVVERO
Ecco cosa vorremmo:

PER I CONSIGLI DI CLASSE
- salvaguardare la presenza di genitori e studenti nei consigli di classe, regolandola con legge dello Stato e non per statuto della singola scuola
- istituire in tutti gli ordini di scuola consigli di classe con due rappresentanti dei genitori; nelle scuole superiori anche due studenti
- almeno 4 ore annue di consiglio di classe alla presenza di genitori e studenti, compresi gli incontri tematici con il coordinatore e almeno un altro insegnante della classe
- possibilità per genitori e studenti di presenziare alle sedute dei Consigli di classe in veste di uditori

PER I CONSIGLI D'ISTITUTO
- centralità del Consiglio di istituto negli indirizzi, nell'adozione e nella valutazione del POF, indipendentemente dall'iniziativa del dirigente scolastico
- pariteticità di rappresentanza fra tutto il personale della scuola (docenti, ATA e dirigente) e genitori/studenti; presidenza del Consiglio di istituto affidata a un genitore
- valorizzazione delle attuali componenti scolastiche presenti all'interno del Consiglio; partecipazione di esterni solo in veste consultiva
- organi collegiali anche negli istituti omnicomprensivi e nelle scuole annesse ai convitti
- presenza di rappresentanti dei Consigli d'Istituto nelle commissioni istituite dagli Enti locali

PER GLI ORGANI COLLEGIALI
- regolamentazione degli Organi collegiali per legge ordinaria e non per statuto delle singole scuole
- presenza di genitori e studenti nei nuclei di valutazione
- permessi lavorativi non retribuiti per la partecipazione alle sedute degli organi collegiali
- scegliere nomi di uso comune: "Consiglio di classe" e "Consiglio d'istituto" per tutti gli ordini di scuola

E SOPRATTUTTO
- formazione obbligatoria e gratuita dei membri degli organi collegiali attraverso le Associazioni dei genitori e i loro Forum
- istituti che non superino in nessun caso 1.200 alunni; tutela dei territori montani e delle piccole isole, salvaguardare le scuole piccole facendo riferimento alla media regionale

Se sei d'accordo firma e fai firmare questa petizione.
Puoi trovare altre informazioni e approfondimenti su www.agetoscana.it oppure scrivere ad agetoscana@age.it.
Associazione Genitori Toscana

Grazie per tutto quello che vorrai fare.
Rita Di Goro e le Associazioni A.Ge. della Toscana

 



Oggi: AGe conta su di te

AGe Toscana ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "#MatteoRenzi: #perunaScuolaBuonaDAVVERO". Unisciti con AGe ed 934 sostenitori più oggi.