NO ALL'OBBLIGO DI MASCHERINA ALL'APERTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Per fronteggiare l’emergenza Covid19, con l'ordinanza n. 10/PC del 13/4/2020 e n. 12/PC del 03/05/2020, il Presidente della Regione FVG Massimiliano Fedriga ha reso obbligatorio indossare sempre una mascherina o una protezione quando ci si reca fuori dall’abitazione.
Il Friuli Venezia Giulia ha la normativa più restrittiva d’Europa: tranne la Repubblica Ceca, nessun paese ha imposto un tale vincolo generalizzato ai suoi cittadini! In gran parte d’Italia non è obbligatorio usare le mascherine all'aperto!
Tale vincolo appare sproporzionato e non giustificato dal livello di contagio nella regione che, rispetto alla popolazione, è sotto la media Italiana ed è il più basso di tutte le regioni del nord.
La sanzione per il mancato uso di questa protezione è di circa 400Eur.
Lo scopo di questa petizione è di chiedere l’eliminazione della più restrittiva norma regionale in materia. Utilizziamo invece la normativa nazionale che prevede già tutte le necessarie tutele per la salute.
Le mascherine sono uno strumento che va usato con discernimento e non privo di controindicazioni. Il loro uso non può essere generalizzato ma va calibrato secondo le circostanze.

È giusto indossare le mascherine quando siamo al lavoro, sui mezzi pubblici, nei negozi, ma è un errore rendere tale utilizzo obbligatorio quando siamo all’aperto!

È un errore sanitario:

  • Nessun organismo sanitario nazionale o internazionale ha mai fatto una tale prescrizione.
  • Ha senso usarle quando non è possibile tenere una distanza interpersonale di almeno un metro.
  • Lavarsi le mani, la distanza dagli altri, non toccarsi il volto, restano gli strumenti più efficaci.
  • All'aria aperta le possibilità di contagio sono molto basse.
  • Le mascherine se non maneggiate e smaltite correttamente possono diventare un veicolo di contagio.
  • Aumentano la carica batterica/virale in prossimità della bocca.
  • Ostacolano la respirazione e peggiorano l’ossigenazione del sangue.
  • Danno un’ingannevole sensazione di sicurezza.
  • Praticare l’attività fisica con le mascherine è un azzardo per la respirazione e per il sistema cardiaco.
  • Indossare la mascherina con l’afa estiva è penoso e pericoloso soprattutto per gli anziani.
  • Virologi illustri (es Ilaria Capua, Matteo Bassetti) e varie associazioni mediche sono contro l’uso generalizzato della mascherina.

È un errore economico e ambientale perché le mascherine:

  • Sono una risorsa limitata: servono di più a ospedali e case di riposo.
  • Costano e vanno cambiate frequentemente: nell'arco di un mese incidono sui costi di una famiglia.
  • Non sono reperibili facilmente e la loro qualità non è garantita.
  • Scoraggeranno il turismo verso la nostra regione.
  • Incentiveranno l'esodo dei corregionali verso località turistiche in altre regioni/paesi.
  • Inquineranno (assieme ai guanti) i nostri mari, le montagne, la terra, le città.

È una norma ottusa e ingiustificata perché:

  • In FVG il valore dei contagiati sulla popolazione è sotto la media nazionale ed è il più basso di tutto il nord.
  • Il presidente Fedriga ha copiato la regola dalla Lombardia (37% dei casi in Italia). Il FVG pesa per l'1,5%!!
  • Dalla Carnia al centro di Trieste, pur con differenti rischi di contagio, si applica la stessa regola.
  • L’uso delle mascherine all’aperto è uno spreco evitabile.
  • La mancata osservazione della norma è punita con sanzioni esorbitanti di ca 400Eur!

Ricordiamoci che:

  • Abbiamo il diritto di respirare un po’ di aria fresca!
  • Abbiamo il diritto di vivere con dignità: non come cani con la museruola! Lasciateci sorridere.
  • Non ci meritiamo di essere trattati come bambini irresponsabili.
  • Non siamo peggiori degli altri cittadini Italiani ed Europei (comprese le vicine Austria, Slovenia e Croazia) che non hanno tale imposizione.
  • La normativa nazionale già ci tutela adeguatamente.

Quindi:

Facciamo sentire la nostra voce e chiediamo l’eliminazione di questa norma regionale sproporzionata ed opprimente.

Usiamo la legislazione nazionale vigente in materia. Teniamo gli obblighi per gli ambienti chiusi ma lasciamo ai cittadini del FVG – spesso elogiati per civismo e rispetto delle regole - la scelta di quando sia più opportuno indossare la mascherina all’aperto.