Prima la salute: inizio dell'anno scolastico in sicurezza

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Premesso che il nostro lavoro ci piace e lo abbiamo sempre svolto con dedizione e competenza vorrei porre in evidenza le difficoltà che potrebbero verificarsi con l’inizio del nuovo anno scolastico in questo periodo di risalita dei contagi o se preferite delle positività.
Premetto ancora che noi consideriamo la scuola luogo culturale e di approfondimento ma, soprattutto, luogo di socializzazione, integrazione, familiarizzazione tra ragazzi (faccio presente che partiamo dai 3 ai 19 anni) provenienti da ambienti e culture diverse quindi senza nessun stereotipo o limitazione.
Ciò premesso mi chiedo quale dovrebbe essere il compito degli insegnanti?
Cercare di tenere dei bambini o ragazzi mummificati nel banchetto monoposto stando attenti al rispetto del distanziamento e impedendogli la pur minima socializzazione con i compagni e al primo colpo di tosse allertare tutta l’equipe predisposta... il tutto chiaramente a discapito della didattica che, al momento, potrà occupare l’ultimo dei pensieri.
A questo punto noi del comitato SCUOLA SICURA � proponiamo di iniziare l’anno scolastico in D.A.D. mentre non si stabilizza la norma dei contagi e, nel frattempo, creare nelle nostre strutture un sistema di sanificazione a base di ozono che “sanifichi” in continuazione gli ambienti.
Risolvere l’annoso problema dei trasporti che, per esperienza diretta, posso affermare che si viaggia come le bestie senza lo spazio nemmeno per muovere una mano o poggiare entrambi i piedi a terra (distanziamento assicurato).
Chiedo ai nostri Ministri se hanno pensato minimamente la propagazione dei contagi scolastico quale catastrofe sanitaria ed economica possa significare per il nostro Paese che di certo non si rialzerà facilmente.
Ci rivolgiamo ai colleghi che condividono la nostra idea di sottoscrivere questa petizione se hanno a cuore la propria salute e quella dei propri alunni. Invito che rivolgiamo anche alle famiglie.
Al momento ci sentiamo di affermare che LA SICUREZZA NON ESISTE.

COMITATO SCUOLA SICURA