La regione Marche vuole affossare il parco del Conero

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Il Circolo Naturalistico "Il Pungitopo" ONLUS qualche mese  fa aveva  divulgato un comunicato stampa, lasciando però un punto interrogativo. Ora, gli eventi che sono seguiti nell'ultimo mese hanno purtroppo confermato i nostri timori. Ricordiamo che l 'ente Parco del Conero ,unico tra tutti i parchi regionali ,alla scadenza naturale dell'organo amministrativo (il direttivo) rappresentante degli enti locali e le associazioni ,oltre che la regione stessa, è stato prolungato con la prospettiva che il commissario straordinario rimanesse in carica sino alla data di entrata in vigore della nuova legge regionaleper la disciplina dei parchi e delle aree naturali protette) o comunque per la durata massima di 90 giorni. Invece il commissariamento è stato prorogato dalla Giunta per altri 90 giorni , dal 29 gennaio scorso. Questa proroga è incoerente con i tempi di emanazione di una qualsiasi legge, essendo necessario la sua preparazione e la sua promozione che non può avvenire in 90 giorni(periodo troppo breve per la burocrazia italiana). Per tali circostanze l'8 febbraio, il consiglio regionale approva una proposta di legge della giunta per il congelamento sino a 18 mesi della nuova legge regionale, con l'impegno di arrivare entro 8 mesi con una nuova legge

Così la precaria situazione del parco del Conero e di tutte le persone a cui sta a cuore è stata protratta ancora una volta!

Chiediamo ai cittadini: Questa situazione è accettabile?? 

La nostra più probabile prospettiva e che al termine della gestione commissariale straordinaria, i problemi saranno irrisolti , l'amministrazione demotivata, la posizione dei comuni ancora più critica e in generale ci sarà un drastico congelamento della situazione e della gestione del parco.

Per di più un commissariamento costa quanto un intero direttivo, la differenza, però,  è che esclude enti ed associazioni dalla governance! Quindi la differenza sta nel fatto che il lavoro di guida del parco e sulle spalle di un singolo, piuttosto che sul contributo di una squadra di cinque amministratori.

Per Ceriscioli ,ma soprattutto per Sciapichetti rivolgiamo 4 domande: 

perché questo comportamento nei confronti del parco del Conero?

avete valutato le ricadute future di un comportamento simile?

la riforma di cui parlate amplierà la rappresentanza di comuni ad associazioni o piuttosto la lascerà solo nelle mani di politici?

quando  delle risorse politiche verranno utilizzate per valorizzare il sistema nelle aree naturali protette delle Marche?

La tutela dell'ambiente è un argomento che noi sta a cuore da molto prima che le parole tutela ambientale e protezione ambientale entrassero nei vocabolari dei politici che oggi ci ritroviamo. E' giunta l' ora di farci sentire



Oggi: Legambiente "il Pungitopo" Onlus conta su di te

Legambiente "il Pungitopo" Onlus ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Luca Ceriscioli: La regione Marche vuole affossare il parco del Conero". Unisciti con Legambiente "il Pungitopo" Onlus ed 1.218 sostenitori più oggi.