Anche le bare devono essere eco sostenibili, gli alberi ci servono vivi!!!

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


Gli alberi ci servono vivi!

Toccate legno e seguite il mio ragionamento  (tempo di lettura 1’22’’):

Le bare, in Italia, devono essere costruite in legno massiccio.
Per Legge¹.
Si tratta di legno molto pregiato.
Non è nemmeno previsto che abbia provenienza legale o da foreste certificate.

Lo so, l’argomento è quello che è, ma il suo impatto ambientale è enorme e nessuno ci pensa. Pensiamoci noi!

Nel caso della cremazione le bare vengono utilizzate per un paio di giorni e poi subito bruciate: non è assurdo?

180.000² bare di legno pregiato bruciate ogni anno in Italia = 36.000 tonnellate di legna³ = 240 ettari disboscati = 30.000 tonnellate di CO2 rilasciata

Senza parlare del traffico illegale di legname, della perdita di biodiversità, dell’energia che serve, dei fumi che rilasciano.

Cioè: la riforestazione è considerata misura efficace ed urgente contro il surriscaldamento globale (Decreto Salva Clima 11/2019 ) il contenimento della CO2 va perseguito in ogni modo (Direttiva CEE n. 2008/50/CE, ICCP ec… ) ma poi bruciamo 350 campi da calcio di foreste ogni anno.

Stiamo qui a sciacquare il vasetto di yogurt e poi ce ne andiamo sgasando come un Hummer??

Dunque: È possibile usare altri materiali?
, numerosi: legno di recupero, scarti vegetali, cellulosa, bambù.

C’è qualche controindicazione?
No
, mezzo mondo lo fa da decenni (ma noi lo faremmo decisamente meglio :) )

Costerebbero meno?

Vantaggi?
Minore rilascio di CO2, nessun uso di legno pregiato o esotico, combustione molto meno energivora.

Esistono in Italia?
Sì, come i fantasmi: se ne parla ma nessuno le vende/trova/ha mai viste: non ci crederete ma l’attuale Legge Italiana a riguardo è molto intricata (sic!). Ammette ma non facilita, concede ma ostacola.

E se la Legge non aiuta, le Industrie non investono!

Di più: alla Camera stanno lavorando ad una nuova proposta di Legge che vieta categoricamente l’uso di materiali alternativi al legno massiccio!
Vogliono tornare indietro di 30 anni mentre il resto del mondo è avanti di 20!

Perché’?

Non è facile modificare i nostri comportamenti, soprattutto in un ambito così delicato, lo sappiamo, ma abbiamo perfettamente capito il messaggio: il cambiamento climatico ci sta soffocando.

L’obiettivo che sembra ragionevole porsi è che venga stabilito per Legge che (almeno) le bare destinate alla cremazione vengano prodotte in materiali:

1- alternativi al legno massiccio, entro un ragionevole termine di tempo

2- di provata eco-sostenibilità

Inoltre, per le bare ancora costruite in legno, esso dovrà avere provenienza legale.

Il clima è anche nelle nostre mani, firma anche tu!

Grazie!

#salvalegno #treefree #proudtoleavegreen


Note
1.D.P.R n. 285/1990

2. ISTAT
3. Dipende dal tipo di essenza, il dato si riferisce al faggio con umidità >50%
4. So.Crem Bologna, Fondo Forestale Italiano onlus