#SavePeopleNotPlanes NO AL SALVATAGGIO INCONDIZIONATO DEL SETTORE AEREO

0 have signed. Let’s get to 150,000!


Austria | Belgium | Czechia | Denmark | France | Germany | Greece | International | Italy | Mexico | Portugal | Spain | Switzerland | The Netherlands | United Kingdom

Nel bel mezzo della crisi del Covid-19, mentre il mondo intero lotta contro il virus e innumerevoli lavoratori perdono il proprio salario, l'industria aerea pretende degli enormi sussidi incondizionati garantiti dai contribuenti. E questo in un momento in cui, negli ultimi anni, le compagnie aeree si sono fortemente opposte a qualsiasi tentativo di porre fine alle loro ingiuste esenzioni fiscali e si sono rifiutate di contribuire agli obiettivi globali di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra - obiettivi che richiederebbero una significativa riduzione dell'attività del trasporto aereo.

Non solo il settore è già responsabile del 5-8 % dell'impatto climatico globale, dovuto principalmente a una ricca minoranza di viaggiatori assidui, ma sostiene anche di poter continuare a crescere. Negli ultimi decenni esso ha realizzato enormi profitti sulle spalle dei lavoratori a basso costo e a spese del clima.

I lavoratori colpiti dall'attuale crisi hanno bisogno di sostegno, ma non dobbiamo permettere che l'industria aerea continui a privatizzare i suoi profitti e a recuperare le perdite con il denaro pubblico.

Se non affrontiamo i problemi strutturali che hanno reso le nostre società ed economie così vulnerabili a crisi come questa, saremo ancora più vulnerabili a quelle future, poiché le disuguaglianze tra i pPaesi e al loro interno continuano ad ampliarsi e la crisi ambientale e climatica s’intensifica. 

Il salvataggio finanziario delle compagnie non deve permettere all'industria aerea di riprendere le sue attività abituali una volta superata la crisi del Covid-19. Il denaro pubblico deve essere usato prima di tutto per i lavoratori e per il clima. 

Chiediamo:

  1. PRIORITÀ AI DIPENDENTI 
    Piuttosto che essere un'operazione di salvataggio per i dirigenti e gli azionisti, qualsiasi assistenza finanziaria dovrebbe fornire una forte protezione del lavoro e della salute dei lavoratori e un reddito di base adeguato per il personale di volo, di terra e di ristorazionecatering, per i piloti e per tutti gli altri lavoratori coinvolti.

    UNA GIUSTA TRANSIZIONE VERSO UNA MOBILITÀ RISPETTOSA DEL CLIMA
    Qualsiasi sostegno pubblico deve garantire che l'industria aerea segua la traiettoria dei +1,5°C. Le riduzioni delle emissioni devono essere reali e non devono utilizzare meccanismi di contabilità discutibili, come la compensazione CO2, o basarsi su biocarburanti che danneggiano l'ambiente, la sicurezza alimentare e i diritti fondiari. L'aviazione verde è un'illusione, quindi i viaggi aerei devono essere ridotti. 
    Per una giusta via d'uscita dalla crisi, essa deve basarsi su un processo decisionale democratico e sulla proprietà pubblica. I governi devono sostenere una transizione equa: cambiare le reti di trasporto in modo sistemico, garantire alternative accessibili (come il trasporto ferroviario) e consentire ai lavoratori di passare da posti di lavoro basati sui combustibili fossili a posti dignitosi e compatibili con la protezione del clima. 
  2. NESSUN SALVATAGGIO SENZA LA FINE DELLE ESENZIONI FISCALI
    Non è giusto salvare le compagnie aeree con il denaro dei contribuenti quando queste non pagano quasi tasse, conferendogli un ingiusto vantaggio rispetto alle modalità di trasporto a basse emissioni. Le esenzioni fiscali devono quindi essere rimosse: le compagnie pagheranno una tassa sul cherosene e i programmi fedeltà che incoraggiano le persone a volare sempre più saranno sostituiti da tasse eque e progressive che penalizzino chi vola spesso.

È importante utilizzare l'attuale pausa non voluta nel settore dell'aviazione per costruire un settore dei trasporti sicuro per il clima e resiliente verso le crisi future.

Per l'ultima parte della petizione:
Per raggiungere questi obiettivi, nelle prossime settimane lavoreremo insieme per sensibilizzare l'opinione pubblica ed esercitare pressione politica. Questa petizione è solo l'inizio - rimanete informati e attivi con la Newsletter di Stay Grounded. 

Informazioni sulla campagna: 
Si tratta di una campagna internazionale della rete Stay Grounded e di altre organizzazioni della società civile. Stay Grounded è un'organizzazione della società civile basata sulla scienza e orientata all'azione, con oltre 150 membri in tutto il mondo. Il suo obiettivo è combattere gli effetti dannosi dell'aviazione e costruire una mobilità adatta a tutti, ora e in futuro. La campagna consiste in petizioni in diverse lingue, indirizzate ai governi che stanno attualmente valutando sostegno finanziario per il settore dell'aviazione.

Picture: Christian Bock