Petition Closed
Petitioning Presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri and 4 others

Lamberto Gestri, Pres. Provincia di Prato; Nevio Sani, ref. caccia-pesca: Fermare l'abbattimento selettivo delle nutrie nella Provincia di Prato


Abbiamo letto su vari giornali di Prato,  che la Provincia, d'accordo con il comune di Poggio a Caiano, intende eliminare le nutrie con trappole e fucili. Vogliono farlo ora, quando le temperature rigide dell'inverno ne limitano drasticamente il numero senza bisogno di interventi umani. Dalle interviste rilasciate leggiamo che:

  • nonostante non siano state rilevate specifiche  emergenze,
  • nonostante le telonature sistemate su alcuni punti critici abbiano retto,
  • nonostante solo nei prossimi giorni verranno eseguite le verifiche,
  • nonostante da tre anni si sia richiesto l'abbattimento e gli animali non abbiano, nel frattempo, causato alcun dissesto idrogeologico,

la motivazione nebulosa, aprioristica, capziosa è che le nutrie "potrebbero indebolire gli argini", "sarebbero responsabili della cedevolezza degli argini", "si dice che scavino grosse tane", "si incolpano di esondazioni" perciò, secondo la Provincia e secondo il Comune devono essere "abbattute". Le contraddizioni sono evidenti. Quindi, deploriamo fortemente questa scelta e chiediamo di sospendere immediatamente il progetto, attuando pratiche alternative per il contenimento della specie.

Letter to
Presidente della Provincia di Prato Lamberto Gestri
Comune di Poggio a Caiano Buffini
Comune di Poggio a Caiano Martini
and 2 others
Sportello Animali Comune di Prato
Comune di Poggio a Caiano Marra (Comune di Poggio a Caiano)
Abbiamo letto su vari giornali di Prato, che la Provincia, d'accordo con il comune di Poggio a Caiano, intende eliminare le nutrie con trappole e fucili.
Vogliono farlo ora, quando le temperature rigide dell'inverno ne limitano drasticamente il numero senza bisogno di interventi umani.
Dalle interviste rilasciate leggiamo che:

- nonostante non siano state rilevate specifiche emergenze,
- nonostante le telonature sistemate su alcuni punti critici abbiano retto,
- nonostante solo nei prossimi giorni verranno eseguite le verifiche.
- nonostante da tre anni si sia richiesto l'abbattimento e gli animali non abbiano, nel frattempo, causato alcun dissesto idrogeologico,

la motivazione nebulosa, aprioristica, capziosa è che le nutrie "potrebbero indebolire gli argini", "sarebbero responsabili della cedevolezza degli argini", "si dice che scavino grosse tane", "si incolpano di esondazioni" perciò, secondo la Provincia e secondo il Comune devono essere "abbattute". Le contraddizioni sono evidenti.
Quindi, deploro fortemente questa scelta e chiedo di sospendere immediatamente il progetto, attuando pratiche alternative per il contenimento della specie.