Petition Closed
Petitioning Presidente Regione Siciliana Rosario Crocetta

La Sicilia assuma 97 restauratori, vincitori di concorso, per Tutelare il proprio patrimonio artistico

1,774
Supporters

Ecco quanto accade di incredibile in Sicilia in materia di "Conservazione e Restauro dei Beni Culturali" .

L'organico dell'Assessorato dei Beni Culturali della Regione Sicilia è carente di restauratori che possano prendersi cura dell'immenso patrimonio storico, artistico ed archeologico, patrimonio che viene -o abbandonato nell'assoluto degrado -o lasciato a custodi e personale non qualificato per l'esecuzione di impellenti restauri - o affidato a ditte esterne con enorme dispendio di tempo e di denaro pubblico.

E poi ci siamo noi, "97 Assistenti Tecnici Restauratori", vincitori di un pubblico concorso bandito ben 13 anni fa (allora con relativa copertura finanziaria) che ancora aspettano di essere assunti e che sperano che i nostri amministratori si accorgano della fondamentale importanza di questo lavoro, che salva dall'oblio e dal degrado i nostri beni culturali per fruirne appieno e consegnarli ancora intellegibili alle future generazioni.

Parlare di nuove assunzioni, in un momento tanto difficile per il nostro Paese, sembra quanto mai inopportuno, ma una saggia e lungimirante gestione di un settore così ricco e importante potrebbe dare una notevole spinta all'economia dell'isola. Eppure a tutt'oggi si continua e si preferisce assumere e/o stabilizzare in regione nei più svariati settori, migliaia di persone, anche non qualificate, in spregio al blocco delle assunzioni, di cui alla L.R. n.25/2008, che pare valere solo per 97 restauratori.
Se anche voi, dopo quanto esposto, siete indignati vi chiediamo di sostenerci sottoscrivendo questo documento.

Letter to
Presidente Regione Siciliana Rosario Crocetta
Ecco quanto accade di incredibile in Sicilia in materia di "Conservazione e Restauro dei Beni Culturali" .

L'organico dell'Assessorato dei Beni Culturali della Regione Sicilia è carente di restauratori che possano prendersi cura dell'immenso patrimonio storico, artistico ed archeologico, patrimonio che viene -o abbandonato nell'assoluto degrado -o lasciato a custodi e personale non qualificato per l'esecuzione di impellenti restauri - o affidato a ditte esterne con enorme dispendio di tempo e di denaro pubblico.

E poi ci siamo noi, "97 Assistenti Tecnici Restauratori", vincitori di un pubblico concorso bandito ben 13 anni fa (allora con relativa copertura finanziaria) che ancora aspettano di essere assunti e che sperano che i nostri amministratori si accorgano della fondamentale importanza di questo lavoro, che salva dall'oblio e dal degrado i nostri beni culturali per fruirne appieno e consegnarli ancora intellegibili alle future generazioni.

Parlare di nuove assunzioni, in un momento tanto difficile per il nostro Paese, sembra quanto mai inopportuno, ma una saggia e lungimirante gestione di un settore così ricco e importante potrebbe dare una notevole spinta all'economia dell'isola. Eppure a tutt'oggi si continua e si preferisce assumere e/o stabilizzare in regione nei più svariati settori, migliaia di persone, anche non qualificate, in spregio al blocco delle assunzioni, di cui alla L.R. n.25/2008, che pare valere solo per 97 restauratori.