Petition Closed

629
Supporters

English

Chiediamo che l'ONU protegga i suoi "whistleblowers" - ovvero coloro che denunciano attività illecite compiute al suo interno. 

Venerdi’ 12 luglio, l'Alto Commissario ONU per i Diritti Umani, Navi Pillay, ha ricordato che "... i sistemi giuridici nazionali hanno l’obbligo di assicurare che vi siano canali adeguati affinche' gli individui che rivelano violazioni dei diritti umani possano fare le loro denunce senza paura di subire rappresaglie." Questa affermazione e’ stata fatta a proposito del whistleblower americano Edward Snowden.

Ma qual’è la prassi dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani e del Sistema delle Nazioni Unite nel suo insieme a questo proposito? 

I numerosi casi portati all’attenzione di UNJustice indicano che all'interno delle Nazioni Unite i whistleblowers sono generalmente molestati, perseguitati, discriminati, diffamati, e le loro carriere vengono infine distrutte a causa del cattivo funzionamento del sistema interno di amministrazione della giustizia. 

Gli organi di controllo delle Nazioni Unite troppo spesso non indagano le denunce di corruzione, frode ed altre violazioni delle regole presentate dal personale. L'Ufficio dell’Etica dell’ONU, che è stato creato nel 2005 con il preciso compito di proteggere i whistleblowers, non ha dato seguito al 97,3% delle denunce ricevute relative alle rappresaglie subite per avere denunciato violazioni delle regole commesse in seno all’ONU.

Non c’è alcun meccanismo effettivo controllo delle responsabilita’e di protezione dei whistleblowers da parte dell’ONU, il che è in flagrante violazione delle sue regole interne.

Lo stesso Tribunale delle Controversie delle Nazioni Unite (UNDT) ha dichiarato nel luglio 2013 che "... il Tribunale non conosce un solo caso tra quelli da esso trasferiti [al Segretario-Generale] per un’analisi delle responsabilità che sia mai stato degnato di attenzione".

Aiutateci a rendere l’ONU piu' efficace e credibile. Firmando questa petizione chiediamo alle Nazioni Unite di:

• Proteggere efficacemente i suoi whistleblowers verificandone sempre in mondo adeguato le loro denunce;

• Istituire, tramite il Consiglio dei Diritti Umani, un meccanismo di controllo, con il mandato di esaminare periodicamente lo stato dei diritti umani all’interno dell’ONU, e di presentare le raccomandazioni necessarie ad assicurare che il Sistema delle Nazioni Unite  rispetti lo stato di diritto ed i diritti umani.

Grazie per il vostro sostegno,

UNJustice

Letter to
Secretary-General of the United Nations  Ban Ki-moon
United Nations High Commissioner for Human Rights Navanethem Pillay
President of the Human Rights Council Remigiusz Achilles Henczel
It’s Time for the United Nations to protect its Own Whistleblowers.

UN High Commissioner for Human Rights Navanethem Pillay said on Friday 12 July that “…national legal systems must ensure that there are adequate avenues for individuals disclosing violations of human rights to express their concern without fear of reprisals.” She said this in regard to the case of US whistleblower Edward Snowden.

But what is the record of the Office of the UN High Commissioner for Human Rights itself, and indeed of the whole UN Organization in this regard?

The numerous cases brought to the attention of UNJustice indicate that UN whistleblowers are routinely harassed, persecuted, discriminated against and slandered, and they end by losing their careers due to a dysfunctional UN justice system.

UN oversight bodies too often fail to investigate claims made by staff members concerning corruption, fraud and other violations of internal rules. The UN Ethics Office, which has been created in 2005 precisely to protect whistleblowers, has failed to address 97.3% of the complaints it has received related to retaliation for reporting misconduct.

There is no proper accountability and effective whistleblower protection at the United Nations. This is in flagrant contradiction with the Organization’s internal rules.

The UN Disputes Tribunal has even stated in July 2013: “…the Tribunal is not aware that any of its referrals for accountability has received any attention”.

Help us build a more effective and credible United Nations Organization by ensuring that:

• UN Whistle blowers are effectively protected and their complaints are always thoroughly investigated;

• An adequate mechanism is established by the UN Human Rights Council with the mandate to periodically review the situation of human rights within the United Nations Organization, and to submit the recommendations needed to ensure that the UN system respects the rule of law and human rights.

Thank you for your support,

UNJustice