Nessuna sovvenzione per la pesca eccessiva!

0 hanno firmato. Arriviamo a 50.000.


english version  | versión en español | versão portuguesa | deutsche Version | version française | version française

Nel 2018, l'85% degli stock ittici commerciali nel Mediterraneo è stato considerato sovrasfruttato (fonte). E se avessimo 6 miliardi di euro per proteggere gli ecosistemi marini nell'area europea, per controllare la pesca in modo più efficace e per rendere più sostenibile?

La buona notizia è che questo denaro è già disponibile nel Fondo marittimo europeo e della pesca (EMFF) che sarà assegnato dall'UE per sei anni dal 2021 al 2027).

La cattiva notizia è che sarà utilizzato per aumentare ulteriormente la capacità delle flotte di pesca. Questo è denaro di noi contribuenti è verrà usato con lo scopo di promuovere ulteriormente le pratiche di pesca distruttive.

Chiediamo al Commissario UE per la pesca, Karmenu Vella, di garantire che il FEAMP non fornisca fondi per sovvenzionare le flotta di pesca.

L'UE ha abolito le sovvenzioni per la flotta peschereccia 15 anni fa. Da allora, la pesca eccessiva nelle acque europee è leggermente diminuita. Una ripresa delle sovvenzioni invertirebbe lo sviluppo positivo degli ultimi anni e favorirebbe ulteriormente la distruzione dell'ecosistema marittimo.

Il fondo proposto è già stato adottato dalla commissione per la pesca in marzo, dal Parlamento europeo in aprile e dal Consiglio dei ministri in giugno. La legge definitiva sarà adottata nella seconda metà dell'anno nei negoziati tra il Consiglio dei ministri, il Parlamento europeo e la Commissione. 

Per evitare questo, dobbiamo protestare tutti insieme con urgenza!

Devono essere adottate delle misure radicalmente diverse in modo da utilizzare queste risorse finanziare per proteggere le risorse naturali.

I pescherecci catturano sempre più pesce grazie al progresso tecnologico. Le sovvenzioni dell'UE per il rinnovo della flotta aumenteranno a dismisura le capacità di pesca delle flotte. Oltre alla pesca eccessiva, questo favorisce anche la povertà e la fame in Africa. Le navi europee spesso pescano al largo delle coste africane. Ad ogni cattura, diverse centinaia di tonnellate di pesce finiscono nelle reti delle navi dell'UE. Per i pescatori locali con le loro piccole imbarcazioni e i metodi di pesca tradizionali, non è rimasto molto.

Vogliamo che l'UE utilizzi il denaro dei contribuenti per una politica della pesca sostenibile, per la protezione degli oceani e per la lotta contro la povertà e la fame. Siamo pertanto contrari alla ripresa delle sovvenzioni alla flotta peschereccia dell'UE.

Chi siamo:
Lucas di Sana Mare: Lucas è un oceanografo fisico e istruttore subacqueo. Si occupa dell'intervento umano nell'ecosistema marino e delle conseguenze che ne derivano. Per molti anni Lucas è stato coinvolto in vari progetti e gruppi di protezione ambientale per la popolazione marina.

A proposito di Sana Mare:
Sana Mare è un'associazione per la conservazione marina; puntiamo a limitare il più possibile l'impatto negativo delle persone sull'ecosistema marino. A tal fine, condurremo azioni di protezione ambientale, educazione ambientale e campagne politiche. Per saperne di più clicca qui