Confirmed victory
Petitioning Ufficio Stampa ING Direct and 2 others
1 response
This petition was delivered to:
Ufficio Stampa
ING Direct
See response
General Manager ING Direct
Damiano Castelli
Vice President Marketing and Communication ING Direct
Sergio Rossi

ING Direct: rendere il sito accessibile ai non vedenti

Il form per inserire il codice pin nell'area clienti di www.ingdirect.it è inaccessibile ai ciechi! Con questa petizione chiedo a ING Direct di permettere ai ciechi assoluti che usano sintesi vocale e display braille, di poter nuovamente usare in autonomia i propri servizi senza dover dipendere da nessuno!

Mi chiamo Stefano Manzi e sono un ragazzo non vedente della provincia di Torino. Fin dalla nascita e poi dai primi tempi della scuola, ho dovuto spesso cercare vie alternative e sperimentare metodi nelle cose del vivere quotidiano in generale, districarmi tra norme e leggi quando è stato necessario farlo, o lasciare che ciò fosse fatto da altri per me fino a quando io non fossi grande abbastanza per pensarci da solo.

Utilizzo come sistemi di lettura e scrittura sia il Braille sia programmi di lettura dello schermo, usando fogli di carta puntinati oppure display Braille che si può collegare al computer o a dispositivi quali iphone e ipad, ed ancora ascoltando la voce sintetica riprodotta dalla scheda audio del computer o dell'iphone o ipad.

Attraverso questi aiuti compensativi ho potuto studiare e iniziare a lavorare; e posso tuttora scrivere e leggere sia in Braille sia siti Internet che e-mail, comunicare con la mia fidanzata che abita distante da me ed altri amici sia non vedenti sia vedenti usando skype, messenger, facebook, twitter.

Sappiamo molto bene che attraverso Internet via computer o via smartphone si può operare anche con l'home banking, come modalità alternativa allo sportello della filiale o alla banca gestita via telefono.

Poiché per un po' di tempo ho usato con soddisfazione il Bancoposta facendo ogni operazione on-line senza l'aiuto di nessuno, a seguito del venir meno dei requisiti di accessibilità del loro sito e della complicazione dovuta all'uso di un dispositivo di sicurezza non vocalizzato e non adatto agli utenti ciechi, ho pensato di guardarmi altrove.

Avendo comunque usufruito, come forma di investimento per un anno, del conto arancio come deposito, ho pensato di spostare su quella banca tutti i miei conti. Informandomi circa l'eventualità dell'apertura di un conto corrente arancio ho avuto però una sgradevole sorpresa: il sito di ING Direct non permette l’accesso ai ciechi in autonomia!

Infatti anche usando il browser mozilla firefox ed il plug-in webvisum per decifrare i codici captcha e per migliorare la navigabilità delle pagine web in generale, ho riscontrato difficoltà nell'uso del sito. Anche altri ciechi mi hanno in seguito confermato questo problema.

Per questa ragione ho deciso di lanciarte questa petizione per chiedere a ING Direct di prendere in seria considerazione il cambiamento da apportare alla grafica del suo sito e anche, ovviamente, nella gestione dell'area riservata affinché diventi accessibile ai ciechi sia attraverso il computer sia attraverso l'app che gira su iphone ed ipad, e non solo - come già è accessibile - attraverso il sistema telefonico automatizzato.

Io, come tutti i ciechi, non ci accontentiamo di metodi alternativi e scappatoie solo perché un problema non può essere risolto; riteniamo che con un pizzico di buona volontà l'Istituto potrà mettere le sue pagine web e la sua app per iphone ed ipad a norma di requisiti dell'accessibilità, così che ne potranno beneficiare sia gli utenti disabili visivi che tutti gli altri.

Integrazione ed uso di tutti i servizi con qualunque piattaforma e mezzo: questa è la vera e completa accessibilità!


Letter to
Ufficio Stampa ING Direct
General Manager ING Direct Damiano Castelli
Vice President Marketing and Communication ING Direct Sergio Rossi
Il form per inserire il codice pin nell'area clienti di www.ingdirect.it è inaccessibile ai ciechi! Ho firmato questa petizione per chiedere a ING Direct di permettere ai ciechi assoluti che usano sintesi vocale e display braille, di poter nuovamente usare in autonomia i propri servizi senza dover dipendere da nessuno!