Il Terzo Settore conta : sbloccate il 5x1000 ! - Lettera aperta al Presidente Conte

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Lettera aperta al Prof. Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri.

Gentile Presidente Conte, ASSIF, l'Associazione Italiana Fundraiser, chiede che siano sbloccati immediatamente i proventi del 5xmille relativi alle dichiarazioni dei redditi 2018 e 2019.

L’emergenza epidemiologica, che sta mettendo a dura prova la vita di tutti, rischia di mettere in ginocchio molte realtà non profit e quindi di aggravare la tenuta sociale ed economica del Paese.
E’ sotto gli occhi di tutti, infatti, anche in questa fase, il ruolo fondamentale svolto dal terzo settore nell’assistenza ai più fragili (anziani, persone sole, disabili, minori, senzatetto, stranieri…) e lo sarà ancora di più durante la futura ripresa, nel mantenere coeso il tessuto sociale del nostro paese.
Nell’enorme sforzo che il Governo sta sostenendo per gestire l’emergenza con decreti di urgenza, i provvedimenti che sostengono anche il terzo settore e le raccolte di fondi appaiono ancora non sufficienti data la gravità e l’intensità dell’emergenza.

Assif, facendosi interprete delle drammatiche condizioni di difficoltà che stanno attraversando le organizzazioni non profit e i loro operatori, chiede a gran voce che il governo sostenga con atti concreti il terzo settore, così come stanno facendo molti soggetti della filantropia istituzionale. Le ONP, a differenza di altri soggetti, non hanno una capitalizzazione né fondi di garanzia sufficienti per affrontare una crisi economica improvvisa come quella attuale.

Signor Presidente, non chiediamo un trattamento di favore, ma di considerare il Terzo Settore come un asset che va sostenuto allo stesso livello delle imprese, consapevoli che il nostro lavoro ha un valore aggiunto enorme in termini sociali e economici. La richiesta di ASSIF è di sbloccare immediatamente i proventi del 5 per mille relativo alle dichiarazioni dei redditi 2018 e 2019: un miliardo di euro che gli Italiani hanno già destinato alle organizzazioni non profit, nelle quali ripongono la loro fiducia, e che da tempo sono disponibili nelle casse dello Stato. Con l’uscita delle liste 2018 e 2019 dei beneficiari le organizzazioni potranno vantare un credito esigibile da utilizzare per concordare anticipazioni con gli Istituti Bancari. La successiva erogazione entro l’anno da parte dei ministeri competenti porterebbe ossigeno necessario agli enti per continuare le loro attività.

Con un celere visto del MEF e l’attivazione immediata dell’Agenzia delle Entrate si potrebbero pertanto immettere nel terzo settore le risorse necessarie a evitare il tracollo delle organizzazioni. Un provvedimento che non costa nulla allo Stato, essendo una riserva già assegnata e non un impiego extra-budget.

Presidente Conte, in Parlamento ha dichiarato che uno degli obiettivi primari dell’esecutivo è lo snellimento della burocrazia. L’uscita delle liste dei beneficiari del 5 per mille, andrebbe esattamente in questa direzione e porterebbe beneficio a tutta la società.

Con i nostri più distinti saluti,

ASSIF, Associazione Italiana Fundraiser

Ecco cosa puoi fare:

  • Firma ora questa petizione
  • Condividila sui social
  • Invita tutti i tuoi contatti a fare lo stesso!

Il terzo settore è fatto da ognuno di noi: professionisti, volontari, beneficiari, donatori e istituzioni. La sopravvivenza del terzo settore riguarda tutti. Firma e chiedi anche tu di sbloccare subito i proventi del 5x1000 !