Liberi dall'Atomica. Perché l'Italia aderisca al Trattato che proibisce le armi nucleari.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Questa petizione permette di affermare concretamente il diritto inviolabile alla vita nei confronti dello Stato Italiano che giustifica e ritiene accettabile l'utilizzo di armi nucleari ospitando ordigni atomici statunitensi sul proprio territorio.

In soli 10 anni la Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari ( ICAN ), formata da una coalizione di organizzazioni non governative in cento paesi, ha coordinato iniziative della società civile creando un grande movimento globale di opinione popolare per esercitare pressioni sull'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, sostenere i negoziati e raccogliere il sostegno delle Nazioni, raggiungendo l'obiettivo incredibile di adottato un importante accordo globale per vietare le armi nucleari.

Ad ICAN e stato assegnato il premio Nobel per la Pace 2017 riconoscendo il suo ruolo determinante che ha consentito di adottare il 7 luglio 2017 nella sede centrale delle Nazioni Unite il Trattato per la proibizione delle armi nucleari.

L'Italia, che ospita armi nucleari statunitensi sul suo territorio, non ha partecipato alla negoziazione del Trattato ONU sul divieto di armi nucleari. Ha votato contro la risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2016 che ha stabilito il mandato per le nazioni a negoziare il trattato. Afferma che le armi nucleari statunitensi sono essenziali per la sua sicurezza.

Questa la posizione ufficiale dell'Italia che evidentemente non ritiene opportuno incrinare in alcun modo i propri rapporti diplomatici con gli Stati Uniti.

Questa petizione serve per riappropriarsi della  sovranità popolare nei confronti degli Stati per i quali i rapporti e le politiche internazionali sono ancora "questioni" che non possono riguardare i cittadini comuni.

 


Le armi nucleari sono le armi più distruttive, inumane e indiscriminate mai create. Attualmente rappresentano la principale minaccia per la sopravvivenza umana e sono una minaccia diretta e costante per le persone ovunque. Proibire e eliminare completamente le armi nucleari è l'unica garanzia contro il loro uso. "Le armi nucleari sono uniche nel loro potere distruttivo, nell'indescrivibile sofferenza umana che causano, nell'impossibilità di controllare i loro effetti nello spazio e nel tempo, e nella minaccia che rappresentano per l'ambiente, per le generazioni future e per la sopravvivenza di umanità. " - Comitato internazionale della Croce Rossa, 2010. Non hanno alcuna legittima utilità militare o strategica e sono inutili nell'affrontare qualunque reale minaccia alla sicurezza di oggi, come il terrorismo, i cambiamenti climatici, l'estrema povertà, la sovrappopolazione e le malattie. Le nazioni si aggrappano ancora all'idea fuorviante di "deterrenza nucleare", quando è chiaro che le armi nucleari causano solo insicurezza nazionale e globale. Prima dell'adozione del trattato, le armi nucleari erano le uniche armi di distruzione di massa non soggette a un divieto generale, nonostante le loro conseguenze umanitarie e ambientali catastrofiche, diffuse e persistenti.

Io come altre centinaia di milioni di sostenitori delle varie organizzazioni non governative partner di ICAN mi sono personalmente impegnata nelle iniziative promosse ed il premio Nobel 2017 e' il più autorevole riconoscimento ufficiale che le persone comuni quando si unisco possono cambiare il corso della storia.

Una nazione che ospita armi nucleari di un'altra nazione nel suo territorio può aderire, a condizione che accetti di rimuoverle entro un termine specificato.

E' necessario che l'Italia sottoscriva e ratifichi il Trattato facendo mancare il proprio appoggio a qualunque nazione detentrice di armamenti nucleari.



Oggi: Catherine conta su di te

Catherine Grelli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Il Governo italiano: Liberi dall'Atomica. Per fare aderire l'Italia al Trattato sulla proibizione delle armi nucleari.". Unisciti con Catherine ed 869 sostenitori più oggi.