Rivitalizzare comuni a rischio di spopolamento con delocalizzazione del lavoro.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Social FabLab ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

rivitalizzare comuni a rischio di spopolamento con delocalizzazione del lavoro. (telelavoro)

Un modo per far rinascere i bellissimi Borghi antichi che l'italia possiede.....Concedere ai propri dipendenti di lavorare da casa ( o ovunque loro decidano di farlo) non fa bene solo al loro benessere e alla loro qualità della vita. È un vantaggio anche per l’azienda. La conferma arriva da uno studio dell’Istituto dell’Economia Tedesca, secondo cui il lavoro da remoto si traduce in un aumento dell’efficienza lavorativa e dunque anche della produttività.

Risulta un vantaggio anche per la collettività (il mezzo di spostamento prediletto degli italiani che lavorano è l’automobile, come conducente(44,9%) o come passeggero (15,9%): oltre il 60% degli italiani va a lavoro con la macchina generando inquinamento e traffico CO2 e potrebbe generare anche un risparmio di milioni di euro di solo carburante.) #Smartworking, #telelavoro e #lavoro da remoto sono il futuro: dei lavoratori soddisfatti, non più costretti a fare gli equilibristi tra vita privata e ufficio, sono lavoratori più produttivi e legati all'azienda.

Uno dei diritti fondamentali dei cittadini europei: qualsiasi cittadino può esercitare in qualsiasi momento il diritto di presentare una petizione al Parlamento europeo, individualmente o in associazione con altri, ai sensi dell'articolo 227 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

Per questo chiediamo:

Porre le basi perché questo avvenga con collegamenti veloci informatici per videoconferenza Etc..

  1. Incentivare il telelavoro e Smart Working con una detassazione dei contributi sul lavoro con un taglio fino al 50% e incentivi alle aziende che si avvalgono di telelavoro.
  2. incentivare  il Co-Housing: che è una nuova formula abitativa si tratta di insediamenti abitativi composti da alloggi (privati o pubblici) , in cui ogni nucleo familiare ha un proprio alloggio individuale e spazi comuni (coperti o scoperti) con i vicini (lavanderia, palestra, cucine, sale svago), fino a circa 20-40 appartamenti coinvolti. La nuova organizzazione residenziale punta a recuperare i valori di solidarietà e collaborazione reciproca tra persone che vivono a pochi metri di distanza le une dalle altre. In più, condividendo spazi e servizi in maniera collettiva, si ottengono notevoli risparmi dal punto di vista sia economico che ambientale.

 

 

 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!