Giustizia per il canguro investito e picchiato da un adolescente in New Galles del sud

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Nel 2020 la popolazione industrializzata e scolarizzata, dotata di sofisticati mezzi informatizzati che le permettono di ottenere la quasi totalità della conoscenza, non può accettare l'esistenza indisturbata di uomini che arrecano del male ad altri esseri indifesi e soprattutto senzienti. 

Ignorando questi episodi di violenza ingiustificata, cosa lasceremo in eredità a chi dovrà occuparsi del destino dell'umanità? 

Gli animali soffrono e gioiscono, sentono il dolore e l'affetto, esattamente come lo sentiamo noi. Il trattato di Lisbona nasce da questa consapevolezza.

Cosa potrebbero mai aspettarsi dai propri figli i genitori dei ragazzi protagonisti di questo vile e crudele spettacolo? È provato quanto la violenza inflitta agli animali da parte degli uomini, sia compatibile con la potenziale stessa inclinazione sui propri simili.

Il primo ministro del New Galles del Sud deve dimostrare ai propri cittadini che investire e picchiare un canguro rappresenti un atteggiamento criminale intollerabile, un'ingiustizia imperdonabile che non può e non deve ripetersi. Deve inoltre proteggere il senso civico che contraddistingue una popolazione sana di mente, che sia capace di provare empatia con ogni forma di vita, soprattutto laddove la vittima rappresenta il simbolo di un continente di cui il New Galles del Sud fa parte!