RINASCENTE PALERMO NON DEVE CHIUDERE

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


 

 

 

 

Noi sottoscritti cittadine e cittadini palermitani,

premesso che:

Negli ultimi mesi il COVID 19, ha creato in tutta Italia grandi situazioni di precarietà e disagi, il meridione continua, nonostante i vari proclami, a piangere una forte crisi occupazionale, soprattutto per coloro i quali, hanno , professionalità acquisita, un certa cultura ed un'età che sfora quella “preferita” del “massimo 29 anni”;

considerato che:

è in atto, sotto gli occhi di tutti, una progressiva desertificazione che interessa la città di Palermo che deve essere affrontata con misure straordinarie, che non possono essere rappresentate solamente dalla possibilità, seppur sacrosanta, di occupare maggiore suolo pubblico con tavolini da bar.

 


Considerato altresì che:

La notizia della chiusura della Rinascente di via Roma lascia tutti sconvolti, farebbe perdere oltre cento posti di lavoro a persone altamente qualificate e con una età media di quaranta anni, che difficilmente potranno trovare spazio occupazionale nelle piccole e già precarie realtà commerciali locali , la chiusura del grande magazzino porterebbe ad una svalutazione di tutta l'area e ad un ulteriore spopolamento della stessa;

 


Ritenendo che:

il personale Rinascente è da tutti noi considerato altamente qualificato e pronto eventualmente ad affrontare unito, nuove sfide;

 

 

CHIEDIAMO:

l'istituzione immediata di un tavolo di crisi con tutte le istituzioni nazionali, regionali e comunali, le associazioni datoriali ed i sindacati, affinchè i lavoratori vengano garantiti ed affinchè la Rinascente non vada via da Palermo