Uscire dal Patto Globale per le Migrazioni dell'ONU

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


Il Global Compact for Migration (GCM) dell'ONU è il patto globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare, conforme alla “Dichiarazione di New York per i migranti” del 2016. La sottoscrizione del patto è prevista al prossimo summit ONU del 10-11 dicembre a Marrakesh.

Questo patto dell'Organizzazione delle Nazioni Unite vedrebbe l'Europa aprire i suoi confini al mondo, intensificando la crisi migranti. Ciò comporterebbe un ulteriore aumento del flusso migratorio verso l'Italia. La realtà di questo patto è che legittimerà e incoraggerà l'immigrazione economica illegale di massa, che si aggiungerebbe alle centinaia di milioni di migranti esistenti nel mondo ed equivarrebbe a un “patto di apertura delle frontiere”. Inoltre, il patto va anche ad incoraggiare le nazioni ad aprire i loro sistemi di welfare. Questo vedrebbe le entrate fiscali deviate lontano da salute, sanità, scuola, infrastrutture, per pagare invece il benessere dei migranti.

Il patto è stato anche sollecitato dalle grandi banche e società per creare un flusso infinito di risorse umane al servizio dei loro piani di espansionismo globalista a spese dello Stato e della sovranità nazionale.

Il patto è di natura antidemocratica in quanto il rappresentante di ciascun Paese si assume il potere di decidere senza alcun mandato democratico o qualsiasi consultazione con i cittadini di quei Paesi che sosterranno la perdita di sovranità e identità attraverso l'aumento dei flussi migratori.

Il patto ha un approccio totalitario nei confronti di qualsiasi opposizione ad esso, incoraggiando la nazione a creare leggi contro il diritto fondamentale della libertà di espressione. Le seguenti citazioni del patto lo rivelano chiaramente:

  • “Ci impegniamo ad eliminare tutte le forme di discriminazione e contro-espressioni".
  • “Attuare o mantenere una legislazione che penalizzi i crimini di odio".
  • “Promuovere la comunicazione indipendente, obiettiva e di qualità dei media, comprese le informazioni basate su internet".

Sebbene il patto non sia giuridicamente vincolante, una volta che una nazione lo sottoscrive, naturalmente inizierà ad attuare le sue regole.

Chiediamo al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro dell'Interno Matteo Salvini di uscire dal Patto Globale per le Migrazioni delle Nazioni Unite come hanno già fatto Austria, Polonia, Ungheria e Stati Uniti.



Oggi: Generazione Identitaria conta su di te

Generazione Identitaria ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Giuseppe Conte: Uscire dal Patto Globale per le Migrazioni dell'ONU". Unisciti con Generazione Identitaria ed 16.178 sostenitori più oggi.