Salviamo l'avvocatessa iraniana Nasrin Sotudeh, da 40 giorni in sciopero della fame

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


Nasrin Sotudeh, l'avvocatessa iraniana che si batte da anni per i diritti umani, e' in pericolo di vita.

Condannata nel 2018 a 33 anni di carcere per le sue battaglie civili, da 40 giorni è in sciopero della fame per ottenere la liberazione dei prigionieri politici. A causa del grave deterioramento delle sue condizioni di salute, oggi è stata trasferita in ospedale.
È indispensabile un'azione immediata per ottenerne la liberazione e salvarle la vita.

Il Presidente Conte e il Ministro Di Maio compiano tutti i passi necessari sulle autorità di Teheran e sollecitino la Presidente Von der Leyen e l'Alto Commissario Borrell ad assumere tutte le iniziative necessarie a scongiurare un esito tragico.