Fermare gli abbattimenti di alberi a Firenze.

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.



Firenze assistiamo a migliaia di alberi abbattuti a fronte di nuovi alberelli messi a dimora che stentano a crescere, di cui molti si ammalano e presto muoiono. Le sostituzioni, piu' che alberi nostrani, sono in gran parte peri cinesi o piante simili ad arbusti e cespugli caducifoglie, tristi e spogli in inverno. Abbiamo invece bisogno di tutelare e aumentare il patrimonio arboreo della citta' di Firenze, non di diminuirlo con sostituzioni insignificanti,  di scarso pregio e che comunque ci metteranno decenni a crescere. Non possiamo aspettare che tutti gli alberi  diventino grandi: la mitigazione climatica e' urgente ora. Gli scienziati affermano che non c'e' piu' tempo per continuare a sbagliare.

 Bisogna assolutamente fermare la perdita di chioma arborea della nostra citta'.

 Basta abbattere alberi come mai era accaduto in passato, capitozzarli selvaggiamente, potarli drasticamente e in tempi non idonei, per cui vengono stroncati nella ripresa vegetativa e  attaccati da funghi e batteri che li rendono malati e insicuri. Accade che ovunque si abbattano alberi adulti, si creino nell'immediato invivibili isole di calore dannose per la salute. I dati Istat affermano che non si muore ogni anno per caduta alberi ma a migliaia per malattie respiratorie, cardiovascolari, tumori e incidenti d'auto. Abbiamo bisogno di sempreverdi attivi in inverno per contrastare l'inquinamento da polveri sottili e da riscaldamento, e di alberi a grande chioma per mitigare la temperatura in estate, fare ombra, consentire la socializzazione, assorbire CO2, produrre ossigeno ed aria pulita, pioggia ed umidita', fresca brezza, offrire ospitalita' all'avifauna e a tante altre forme di vita. Gli alberi svolgono molteplici funzioni ecosistemiche ed hanno un valore incalcolabile in citta'. Fermiamo gli abbattimenti ad oltranza di pini ed altre specie arboree che costituiscono la nostra identita' storica e paesaggistica ammirata da tutto il mondo  e recuperiamo  zone degradate e incolte a parchi e ad aree verdi. Smettiamo di cementificare piazze storiche disponendovi alberelli virtuali da rendering. Gli alberi sono un prezioso bene comune, di tutti. Ripristiniamo l'Ufficio Comunale del Verde Pubblico di Firenze con giardinieri e arboricoltori comunali competenti e specializzati, nei territori dei quartieri, per la cura, il monitoraggio e la messa in sicurezza degli alberi.
Per la tutela della nostra salute e di quella delle generazioni future noi cittadini di Firenze
CHIEDIAMO
DI FERMARE SUBITO LA STRAGE INDIFFERENZIATA DI ALBERI NELLA CITTA' DI FIRENZE.