BASTA TATUAGGI ABUSIVI: difendere la salute dei cittadini ed il lavoro dei professionisti!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


20.000 tatuatori abusivi continuano a lavorare in tutta Italia anche in questi giorni di emergenza sanitaria dovuta all'epidemia da covid-19. Quando non si organizzano in angusti sgabuzzini, vanno addirittura a casa degli utenti: una tragedia nella tragedia visto che lavorano in condizioni di precarietà, in luoghi non idonei e con strumenti non sterili. 20mila tatuatori che mettono a rischio la propria salute e quella dei clienti: non solo non sono in grado di assicurare le minime condizioni igienico-sanitarie ma, in questo periodo di grande allarme, non garantiscono alcuna misura per prevenire il contagio. Si tratta di un giro di affari illegale che vale più di 200 milioni di euro e che, soprattutto, mette gravemente a rischio le salute delle persone, tra le quali tantissimi giovani! Non solo.
Il business del tattoo clandestino genera una concorrenza sleale nei confronti dei veri professionisti del settore, che rispettano le norme igienico-sanitarie e pagano le tasse.
Per questo, oggi più che mai, CHIEDIAMO CON FORZA UNA LEGGE NAZIONALE che disciplini la formazione e la professione di chi esercita tatuaggi e piercing, tuteli la salute dei consumatori ed imponga severe sanzioni penali a chi commette il reato di esercizio abusivo della professione. Il Governo preservi la salute degli italiani e tuteli chi lavora nel rispetto dei cittadini e delle leggi! 


20,000 abusive tattooists are working in Italy even in these days during this sanitary emergency due to the covid-19 epidemy. They are working in cramped closets or directly at customers home: a tragedy in the tragedy because they work in precarious conditions, in unsuitable places and with non-sterile tools. 20 thousand tattoo artists who put themselves and costumers unsafe: they are unable to ensure the hygiene and health conditions and in this period of great alarm, they do not guarantee any measures to prevent contagion. This is an illegal turnover that is worth more than 200 million euros and it seriously jeopardizes the health of people, also a lot of young! The clandestine tattoo business generates unfair competition against real professionals who respect hygiene and health standards and of course pay taxes. For this reason, today more than ever, we strongly ask for a national law governing the training and profession for those who practice tattoos and piercings, to protect costumers’s health and impose severe criminal penalties on those who commit the crime of abusive practice. The government preserves Italian citizens’ health and protects those who work in compliance with other citizens and laws!