Sapere è un diritto dei lettori: fuori i nomi dei parlamentari che hanno chiesto il bonus

0 hanno firmato. Arriviamo a 150.000.


L’Inps renda pubblici i nomi dei parlamentari, dei consiglieri regionali e dei governatori che hanno ottenuto o anche soltanto chiesto il bonus di 600 euro destinato alle partite iva. 

Il Fatto Quotidiano ha inviato una lettera al presidente dell’Istituto di previdenza, Pasquale Tridico. “È diritto di chi scrive - si legge nella lettera firmata dal direttore Marco Travaglio - divulgare le generalità di politici che hanno ritenuto di formulare la richiesta ed è diritto di ogni cittadino conoscerle, al fine di potersi meglio determinare quando esprimerà il proprio voto”.

Non basta, a nostra opinione, richiamarsi al diritto alla privacy dei politici, anche sulla base di quanto già stabilito in passato dall’Autorità garante per la protezione dei dati personali, “secondo cui i dati anagrafici dei soggetti beneficiari del bonus possono essere chiesti e ottenuto da chi abbia un interesse legittimo ad accedere ad essi”. Interesse che in questo caso si manifesta “nell'esercizio del diritto di cronaca” per poter “informare compiutamente i lettori”.

Firma anche tu la petizione e associati alla richiesta di rendere pubblici i nomi dei politici che hanno chiesto il bonus destinato alle partite Iva.