Vittoria confermata

Si impegni per il Quartiere della Misericordia

Questa petizione ha creato un cambiamento con 104 sostenitori!


Il quartiere della Misericordia Nuova vive nel periodo post-elettorale un triste stato di oblio.

Avevo cercato di accendere l’interesse durante la campagna elettorale e, perlomeno, siamo riusciti ad ottenere la riapertura del Parco. Ma oltre questo?

L’impressione che molti hanno è quella di abitare in un quartiere “centrale, ma di serie B”. Una El-Dorado per speculazioni edilizie abbandonata a se stessa nel momento della crisi economica del settore.

I problemi sono tanti. E sebbene non si pretenda immediata soluzione a tutti sarebbe auspicabile, anche solo, una presa di coscienza da parte degli amministratori.

Il quartiere vorrebbe conoscere almeno la pianificazione di un percorso di interventi manutentivi e migliorativi del quartiere che vadano progressivamente ad alzare il livello di decoro dello stesso.

I punti su cui ci si interroga e si cercano delle risposte sono i seguenti.

  1. Rifacimento manto stradale: Via camere del capitolo, via calò (la parte antistante il parco), Via Lancelotti (con tutti i suoi vicoli), Via Molfetta, Via Abate Bruni, Piaza generale Dalla Chiesa, Vico 3° presepe  ecce cc. Sono tutte vie che necessitanourgenti interventi di manutenzione. Non ho memoria degli anni trascorsi da quando l’asfalto è stato fatto… ma da allora penso che sia rimasto ben poco dell’asfalto originale. Ormai ci sono solo toppe e buche.
  2. Igiene: La pulizia delle strade e dei marciapiedi è inesistente. Dobbiamo attendere vento e pioggia affinché cartacce, rifiuti e polvere vengano eliminati. Io stesso vedo passare la macchina automatica solo sulle vie principali. Mi chiedo se qualcuno vada a pulire le su citate vie e vicoli. E, soprattutto, se qualcuno sia preposto a vigilare.
  3. Raccolta rifiuti: nulla è cambiato da quando sono passate le elezioni. Nessun nuovo cassonetto è stato posizionato. I cassonetti sono ROTTI. E vengono mantenuti pericolosamente aperti da bottiglie vuote di birra.
  4. Vandalismo e sicurezza: sono 3 anni che vivo in quel quartiere e non ho mai visto alcun rappresentante delle forze dell’ordine. Nel frattempo l'intero quartiere, e in particolare il suo parco, è costantemente vittima di atti di vandalismo. Nessuno protegge i gestori del parco che in tutti i modi cercano di far rispettare l'ordine. Nessuno pensa a installare telecamere di sorveglianza. Nessuno pensa a far pattugliare il quartiere da qualche pattuglia delle forze dell'ordine.
  5. Verde pubblico: è necessario ripristinare gli alberi nelle aiuole di via Calò (la parte antistante al parco). In generale vorrei sapere chi cura il verde nel nostro quartierei (il verde del parco e della piazza Generale dalla Chiesa). Chi ne è responsabile? Chi è preposto a vigilarne l’operato?
  6. Scuola materna Don Pierino Arcieri: dopo gli ultimi lavori sembra che la struttura sia stata abbandonata a se stessa. È davvero frustrante constatare come si debba sempre agire per emergenze e non si possa semplicemente fare manutenzione ordinaria, come ciascuno di noi fa nella propria casa. Il muro di cinta della scuola (lato viadotto Calò) sta cedendo. Da qualche tempo è stato puntellato e lasciato lì. L’atrio della scuola è terreno selvaggio governato da gatti randagi. Tutto l’edificio mostra evidenti i segni di incuria e scarsa manutenzione. Se questo è ciò che la comunità di Bisceglie offre ai propri figli, non c’è da stupirsi per tutto il resto…
  7. Parco: il simbolo del degrado del quartiere. È stato riaperto ma non è stato reso “funzionante”. Non ci sono più giochi agibili per i bambini. La sporcizia regna sovrana. Il verde non viene curato. Non vi è un ristoro, nonostante sia stato ristrutturato l’edificio al centro. A parte lo spettacolo di Pinocchio, non mi pare vi siano progetti per rendere “vivo” quel luogo. Anche qui non è chiaro chi sia responsabile della pulizia e manutenzione della struttura e se vi sia qualcuno preposto a controllare. L’unica cosa fatta è stata quella di piazzare numerosi bidoni per la differenziata utilizzati dai bambini a mo’ di pali delle porte durante le loro partite di calcio, oppure rovesciati di notte da teppisti annoiati. Nulla può con le sole proprie forze la parrocchia della Misericordia, che, comunque ci mette tutto il suo impegno per mantenere aperto un'area vitale per la vitalità del quartiere. Cito l'ultimo episodio di vandalismo denunciato da Pasquale Losapio, tra gli animatori della parrocchia della Misericordia, che gestisce il Parco Caduti di Nassyria: http://www.bisceglieindiretta.it/2013/11/03/parco-misericordia-assalito-dai-vandali/
  8. Edilizia: la misericordia è uno degli ultimi luoghi di Bisceglie dove convivono gomito a gomito i vecchi edifici con i nuovi condomini. Nel quartiere vi è un surplus di nuovi appartamenti e locali invenduti, ma nonostante questo i prezzi restano estremamente alti. I proprietari dei vecchi edifici, non investono un centesimo in manutenzione, in attesa dello speculatore edile di turno che gli consenta di scambiare il proprio rudere con un bell’appartamento 100 mq. È evidente che il comune non può obbligare questi individui a vendere. Ma penso che possa fare qualcosa nell’interesse della sicurezza statica e agibilità di tali edifici. O vogliamo aspettare che crollino addosso a qualcuno?

A tutti questi problemi sarebbe bello avere una risposta dal nostro neo sindaco e da tutta l'amministrazione comunale.

Sarebbe stupendo poter avere un confronto con le istituzioni.

 

Indirizzo queste riflessioni ai nostri amministratori locali, nella speranza che qualcuno abbia la forza e volontà di provare a cambiare le cose con gesti concreti collaborando con coloro che vivono i quartieri.

 

Mario Mastrorilli.



Oggi: Mario conta su di te

Mario Mastrorilli ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Francesco Spina: Si impegni per il Quartiere della Misericordia". Unisciti con Mario ed 103 sostenitori più oggi.