PETIZIONE CHIUSA

PRETENDIAMO LA RESTITUZIONE DEL CENTRO SPORTIVO “BENEDETTO XV” AL QUARTIERE

Questa petizione aveva 595 sostenitori


L’ATLETICO SAN LORENZO RECLAMA IL SUO CAMPO

Ancora in questi giorni assistiamo allo squallido e degradante spettacolo che il calcio italiano nelle sue cariche più alte, o aspiranti tali, non si stanca mai di regalarci; e ancora di più in questi giorni siamo orgogliosi di viaggiare, da un anno a questa parte… in direzione ostinata e contraria!

Siamo l’Atletico San Lorenzo, l’altra faccia dello sport: quello popolare.

Un anno fa abbiamo dato vita con le nostre forze ad un progetto entusiasmante: partendo dallo sport, restituire ad uno dei quartieri più orgogliosi della città di Roma la sua squadra di calcio ed al tempo stesso far diventare la squadra protagonista del riscatto e della riappropriazione del quartiere stesso da parte della sua gente.

In un anno l’Atletico è cresciuto, ha visto nascere la squadra di calcio di terza categoria che ha disputato il suo primo campionato nella stagione 2013/2014 e si appresta ad affrontare nella nuova stagione la seconda categoria; il suo spirito di aggregazione ha fatto si che potessero nascere attorno a questa altri progetti, come la squadra di calcio a 5 femminile, la squadra di basket e le attività dei primi calci per i bambini di San Lorenzo, coinvolgendo quindi il quartiere in maniera sempre più ampia e trasversale.

Siamo stati in grado di ottenere tutto questo attraverso l’impegno quotidiano di tante e tanti che ci hanno messo entusiasmo, competenza, improvvisazione, errori e litigate, ma senza alcun finanziatore, né esplicito né occulto, e senza sponsor più o meno presentabili. Autofinanziandoci.

È  proprio per mantenere queste caratteristiche che oggi diamo il via a questa campagna: da settembre 2013 a maggio 2014 l’Atletico San Lorenzo ha utilizzato a titolo oneroso il centro sportivo “Benedetto XV”, sito in via dei Sabelli 88, al centro di San Lorenzo; inoltre, a causa della non omologazione da parte della FIGC del campo, l’Atletico San Lorenzo non ha potuto disputare le partite in casa all’interno del suo quartiere, con ulteriore aggravio di spese dovuto all’affitto di un campo di gioco omologato in un quartiere limitrofo.

Leggiamo ogni volta che entriamo nella struttura di Via dei Sabelli, e anche sul sito ufficiale della Fondazione Cavalieri di Colombo (www.kofc.it):

“Durante la Prima Guerra Mondiale, la fama dei centri ricreativi dei Cavalieri di Colombo e delle loro gare atletiche con il motto "Tutti sono benvenuti. Tutto è gratuito" raggiunsero l'Italia e la Santa Sede. In ottemperanza alla richiesta del Santo Padre [Benedetto XV], i Cavalieri di Colombo decisero di realizzare dei campi ricreativi e di metterli a disposizione gratuita dei giovani di Roma.

Il campo da gioco Benedetto XV […] venne inaugurato nel 1926 […] in uno dei quartieri piùpopolati di Roma, San Lorenzo. Trovandosi al centro di una delle zone più bisognose di Roma [Il“Benedetto XV”] ha contribuito, a detta delle stesse autorità comunali, a migliorare direttamente ed indirettamente le condizioni di vita del quartiere.”

SE LE PAROLE HANNO UN SIGNIFICATO PRETENDIAMO LA RESTITUZIONE DEL CENTRO SPORTIVO “BENEDETTO XV” AL QUARTIERE E A TUTTE LE ATTIVITÀ SPORTIVE DELL’ATLETICO SAN LORENZO E L’OMOLOGAZIONE DEL CAMPO DI CALCIO A 11 PER LE PARTITE DI CAMPIONATO FIGC/LND.



Oggi: Atletico conta su di te

Atletico San Lorenzo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Fondazione Cavalieri di Colombo: PRETENDIAMO LA RESTITUZIONE DEL CENTRO SPORTIVO “BENEDETTO XV” AL QUARTIERE". Unisciti con Atletico ed 594 sostenitori più oggi.