Petition update

ENPAM: denuncia perdite milionarie progetti Parnasi

Franco Picchi
Pietrasanta, Italy

Sep 28, 2018 — 

 

Al Presidente del Collegio Sindacale ENPAM

Dott. Saverio Benedetto

e p. c .

Procura Regionale della Corte dei Conti - Roma

Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP)

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

Direzione Generale per le politiche previdenziali

Ministero dell' Economia e delle Finanze

Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato

Ispettore Generale Capo/Ufficio VIII

Corte dei Conti - Sezione del controllo sugli enti

A.N.AC.

 

Oggetto:Perdite milionarie investimenti in progetti immobiliari gruppo Parnasi

 

Il sottoscritto dott. Franco Picchi,

PREMESSO

Nel 2013 ENPAM acquista direttamente da Parsitalia, società del gruppo Parnasi, 127 quote del Fondo HB per un controvalore di 50 milioni €.

Tali quote al 30.06.2018, valgono solo circa 700.000 €., evidenziando così una perdita per il patrimonio ENPAM di circa 49,3 milioni €.

Già a fine 2014 queste quote erano state svalutate da ENPAM di oltre il 50% , riportando in bilancio una perdita di € 25.410.744.

Nonostante questo, ad inizio 2015 ENPAM, attraverso il Fondo Ippocrate, di cui detiene la totalità delle quote, si impegna ad acquistare 1080 quote del fondo Idea Fimit Sviluppo (al prezzo fissato di 25.000 € a quota, per un totale di 27 milioni €), che investe in un progetto immobiliare ancora del gruppo Parnasi, localizzato a Marino (progetto Ecovillage).

Da parte del fondo Ippocrate è previsto un impegno totale di circa 29 milioni €, avendo acquistato ulteriori 2 milioni € di quote.

Il CdA del fondo Ippocrate delibera tale investimento con il parere favorevole del Comitato Consultivo del fondo stesso, di cui fanno parte il presidente e il vice presidente ENPAM.

Di regola è il CdA ENPAM che delibera in merito alle decisioni/pareri da far adottare al Comitato Consultivo del fondo Ippocrate.

Da notare che la società di gestione del fondo Ippocrate (IdeaFimit SGR) è la stessa che ha creato e gestisce il fondo IdeaFimit Sviluppo.

Il progetto Ecovillage su cui investe il fondo Idea Fimit Sviluppo è da tempo osteggiato da comitati di residenti, che da oltre 20 anni richiedono il rispetto della tutela paesaggistica dell’area attraverso ricorsi al TAR.

La tutela paesaggistica dell’area era già prevista:

-dal Piano Territoriale Paesistico PTP 9 Regione Lazio (adottato con delibera 2276 in data 28.04.1987 e approvato con legge regionale   n° 24 06.07.1998) che indicava l’area come MA3 “zona agricola con rilevante valore paesaggistico”

-più recentemente anche dal Piano Territoriale Paesaggistico Regionale della Regione Lazio (PTPR adottato dalla Giunta Regionale con atti n. 556 del 25 luglio 2007 e n. 1025 del 21 dicembre 2007), che respingeva la proposta 058057_P03d richiesta dal comune di Marino per modificare la tutela paesistica dell’area  con la motivazione 4a “respinta in quanto in contrasto con gli obbiettivi di tutela dei valori paesaggistici delle aree”, la cui adozione rendeva già comunque vincolanti le prescrizioni.

Tale previsione è facilmente riscontrabile sul sito della Regione Lazio.

 

Anche il Piano del Parco dell’Appia Antica adottato in data 29.07.2002 tutelava l’area, includendola nella proposta di perimetrazione e ampliamento del Parco.

Nelle controdeduzioni al Piano stesso, l’ente Parco dell’Appia Antica riguardo all’osservazione n°29, inviata in data 10.01.2003 da Iniziativa Europa G.E.I.E. ( società poi trasformata in data 24.10.2012 in Ecovillage 3 Srl, e allora proprietaria dell’area), che chiedeva l’annullamento della perimetrazione e la modifica della classificazione che tutelava l’area, così rispondeva nella delibera n°3 del 21.02.2003 :

“ 2)Con riferimento alla prima subordinata ( annullamento perimetrazione n.d.r.) si esprime parere contrario in quanto in contrasto con i principi ispiratori del piano ed in quanto le aree di ampliamento rientrano tra quelle classificate ad alto valore paesaggistico dal PTP, ambito  9 della Regione Lazio e sono inserite dalla Sopr. Archeologica del Lazio tra quelle in cui estendere il vincolo lettera m D.L.vo 490/99 art.146.

3)Con riferimento alla seconda subordinata ( modifica tutela paesistica n.d.r.), si esprime parere contrario in quanto in contrasto con il Piano che si ricorda essere strumento urbanistico sovraordinato rispetto agli altri ed al PRG.

Il 25 settembre scorso la Regione Lazio ha approvato un emendamento che estende il Parco Dell’Appia Antica includendo nel parco stesso  l’area interessata dal progetto Ecovillage .

Tale atto regionale conferma ulteriormente il vincolo paesistico e determina l’impossibilità edificatoria del progetto Ecovillage, con evidenti conseguenti e prevedibili ampie svalutazioni del valore delle quote del fondo Idea Fimit Sviluppo in possesso del fondo Ippocrate.

Recenti notizie giornalistiche conseguenti all’arresto di Luca Parnasi riportano tra le accuse mosse all’AD del gruppo Parnasi, quella di corruzione ed ipotizzano metodi illegali in alcune  operazioni del gruppo stesso.

Relativamente all’acquisto di quote del fondo HB, il sottoscritto ha inviato il 31.01.2018 denuncia ex art.2408 cc al Collegio Sindacale ENPAM.

Nella risposta il Collegio Sindacale informa di aver più volte evidenziato al CdA ENPAM l’opportunità di valutare azione di responsabilità nei riguardi degli amministratori del fondo.

Sporge denuncia formale ex art. 2408cc al Collegio Sindacale affinchè lo stesso verifichi:

1) sia per l’acquisto diretto delle quote del fondo HB che per quello avvenuto attraverso il fondo Ippocrate delle quote del fondo Idea Fimit Sviluppo:

se la procedura di acquisto delle quote  dei 2  fondi abbia seguito le procedure prescritte, e in particolare di verificare  la regolarità, conformità alle procedure e la correttezza delle assunzioni riguardo:

 -alla policy conflitto di interessi;

-alla procedura acquisto immobiliare indiretto mediante sottoscrizione o acquisto di parti di OICR       immobiliari;

-alla procedura applicazione conflitto di interessi per le attività di investimento, acquisto, appalto;

-al manuale dei controlli interni per le procedure di investimento e disinvestimento e monitoraggio del patrimonio immobiliare;

-alle schede di tale manuale dei controlli relative ai 2 investimenti ;

-alle valutazioni dell’ UVIP ENPAM, che hanno portato alla preselezione dell’investimento nel fondo HB da parte dell’UVIP stessa;

-alle modalità della scelta di PWH come consulente;

-alla proposta presentata da Parsitalia di integrazione all’investimento in quote del fondo HB, già deliberato in data 09.11.2012;

2) se riguardo all’acquisto di quote del fondo Idea Fimit Sviluppo :

-nelle schede del “Manuale dei controlli interni per le procedure di investimento e disinvestimento e monitoraggio del patrimonio immobiliare” relative all’investimento nel fondo, o nella documentazione presentata alla valutazione del CdA ENPAM nella seduta in cui è stato deliberato di dare mandato al Comitato Consultivo del fondo Ippocrate di emettere parere favorevole all’acquisto di tali quote, o nelle valutazioni dell’ UVIP ENPAM o di altro consulente comunque incaricato, sia mai stata opportunamente evidenziata l’evidente estrema difficoltà ad ottenere un’ autorizzazione paesaggistica al progetto Ecovillage;

- siano stati resi noti al CdA ENPAM i termini dell’ accordo “Patti di opzione” per 111,5 milioni € stabiliti tra Parsitalia e IdeaFimit SGR nel 2015, riguardanti l’eventuale riacquisto dei terreni su cui insiste il progetto Ecovillage, e acquisita copia del relativo documento

Franco Picchi

Pietrasanta LU


Keep fighting for people power!

Politicians and rich CEOs shouldn't make all the decisions. Today we ask you to help keep Change.org free and independent. Our job as a public benefit company is to help petitions like this one fight back and get heard. If everyone who saw this chipped in monthly we'd secure Change.org's future today. Help us hold the powerful to account. Can you spare a minute to become a member today?

I'll power Change with $5 monthlyPayment method

Discussion

Please enter a comment.

We were unable to post your comment. Please try again.