#STAGISTIDIMENTICATIPIEMONTE Sostegno economico immediato agli stagisti del Piemonte.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Siamo gli Stagisti in Sospeso un gruppo di tirocinanti impiegati in diverse realtà aziendali e settori della regione Piemonte. Da ormai quasi quattro mesi, a causa dell’emergenza sanitaria, i nostri tirocini e le relative indennità sono stati sospesi o interrotti. La totale sospensione dei nostri rimborsi mensili ha costretto molti di noi, soprattutto i tanti fuori-sede, a rinunciare all’avvio delle propire carriere, cercare lavori saltuari e tornare a pesare sulle famiglie d’origine per potersi mantenere.

Abbiamo quindi deciso di attivarci creando il gruppo Stagisti in Sospeso, con cui ci muoviamo per sensibilizzare media e politici sulla nostra condizione.

In questi difficili mesi la categoria degli stagisti è rimasta invisibile per media e politica.

È stata totalmente esclusa dal decreto rilancio e solo 4 regioni si sono mosse per sostenere economicamente gli stagisti con rimborso sospeso o interrotto attraverso sostegni una tantum.

Tra queste regioni virtuose non c’è ancora il Piemonte, che con più di 34.000 stage extracurriculari attivati nel 2019, si classifica come la terza regione per numero di stage in Italia. Di questi stage si stima che almeno 15.000 siano stati sospesi a causa dell’emergenza, il numero reale è probabilmente molto più alto poiché i dati non includono i tirocini curriculari che non vengono tracciati dalle istituzioni.

Tuttavia grazie all’attivismo portato avanti dal nostro gruppo e da tutti gli altri gruppi che si battono per i diritti degli stagisti, in Piemonte adesso sembra essersi aperto uno spiraglio. Il 23 Giugno il Consiglio Regionale ha dato risposta all’interpellanza depositata dal Consigliere Alberto Avetta sul tema stage e la Regione Piemonte sembra orientata a includere anche i tirocinanti tra le categorie che potranno beneficiare dei 10 milioni di euro previsti dal Riparti Piemonte a sostegno dei lavoratori privi di ammortizzatori sociali o che hanno subito una forte decurtazione della busta paga.

Per questo noi stagisti del Piemonte sospesi ed interrotti chiediamo di essere inclusi nella misura Riparti Piemonte in quanto categoria priva di ammortizzatori sociali e che ha subito forte decurtazione del rimborso mensile.

Nello specifico chiediamo al Presidente della Giunta Regionale, Dott. Alberto Cirio, e all’Assessore alla Formazione e Lavoro Dott.ssa Elena Chiorino, di garantire ai giovani stagisti con tirocini di durata superiore alle 160 ore (un mese) che siano stati sospesi o interrotti causa covid19,  un sostegno economico immediato nel solco di quanto già fatto da altre regioni (Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Calabria). Al fine di assicurare un minimo di supporto ai giovani rimasti non solo senza rimborsi, ma anche senza tutele, esclusi a tutt’oggi da qualsiasi forma di intervento nazionale e regionale.

Adesso è il momento di agire in fretta per non perdere quest’ultima occasione per gli stagisti in Piemonte. 

A tutti gli stagisti sospesi o interrotti in Piemonte chiediamo di unire le loro forze alle nostre per contribuire alla nostra iniziativa, siamo tanti e insieme siamo più forti!

#stagistidimenticatipiemonte #stagistiinsospesopiemonte #dirittideglistagistipiemonte #sostegnoaglistagistipiemonte #regionepiemonte #ripartipiemonte #stagistimaipiùinvisibili

I nostri gruppi:

https://www.facebook.com/Stagisti-In-Sospeso-106186491125983/?view_public_for=106186491125983

https://www.linkedin.com/company/stagisti-in-sospeso/?viewAsMember=true