Stop the Death Penalty for Lisa Montgomery - Stop alla Pena di Morte per Lisa Montgomery

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


*Petizione accessibile anche a persone minorenni*

La pena di morte per Lisa Montgomery è stata sospesa per accertamenti, ma potrebbe essere riavviata... firma affinché ciò non accada.

The death penalty for Lisa Montgomery has been suspended for investigation, but could be restarted ... sign so that this does not happen.

—ENGLISH—

Nobody deserves to die. A state that is founded on the glory of God, on the Right to Life and Happiness, cannot continue to dictate victims. Lisa Montgomery is a mentally unstable woman who, due to an incorrect legislative system such as that of the United States of America, has not found peace since she was a child and who suffered from physical, psychological and sexual torture without justice ever helping her. Lisa Montgomery today is a 52-year-old woman who does not reflect in the slightest in the mistake made years ago and who today would simply like to receive the psychological treatment that is due to her in order to finish serving her just sentence. On January 12, 2021, she will be executed for a murder she committed in 2004 and linked to her psychological problems. Donald Trump in 2020 reopened federal executions retroactively by supervising 10 cases to be directed to execution, despite the Covid-19 pandemic did not allow due process and opposition. Lisa Montgomery would be the first woman with an execution sentence in more than 70 years!  Representing the international community, we ask that the death penalty be commuted to a life sentence. All of this is expected to happen 8 days before the start of Biden’s mandate who promised the abolition of the death penalty and who would surely have pardoned Lisa Montgomery. It is not politics that can decide who should live, however it is imperative that the president-elect Joe Biden express himself officially as soon as possible.

—ITALIANO—

Nessuno merita di morire. Uno stato che si fonda sulla gloria di Dio, sul Diritto alla Vita ed alla Felicità, non potrà continuare a dettare vittime. Lisa Montgomery è una donna mentalmente instabile che per colpa di un sistema legislativo errato come quello degli Stati Uniti d’America non ha trovato pace fin da bambina e che ha sofferto di torture fisiche, psicologiche e sessuali senza che la giustizia l’abbia mai aiutata. Lisa Montgomery oggi è una donna di 52 anni che non si rispecchia minimamente nell’errore commesso anni fa e che oggi vorrebbe semplicemente ricevere le cure psicologiche che le spettano in modo da poter finire di scontare la sua giusta pena, quella di un ergastolo. Il 12 gennaio 2021 sarà giustiziata per un omicidio da lei commesso nel 2004 e collegato ai suoi problemi psicologici. Donald Trump nel 2020 ha riaperto le esecuzioni federali con effetto retroattivo supervisionando ben 10 casi da dirigere all’esecuzione, nonostante la pandemia da Covid-19 non ha permesso il giusto processo e le opposizioni. Lisa Montgomery sarebbe la prima donna con una condanna di esecuzione dopo più di 70 anni! In rappresentanza della comunità internazionale chiediamo che la condanna alla pena capitale sia commutata in un ergastolo. Tutto ciò dovrebbe accadere 8 giorni prima dell’avvio del mandato di Biden che ha promesso l’abolizione della pena di morte e che avrebbe sicuramente offerto grazia a Lisa Montgomery. Non è la politica a poter decidere chi deve vivere, tutta via è d’obbligo che il presidente-eletto Joe Biden si esprima in maniera ufficiale il prima possibile.

—STAY UPDATED—

Follow us on Instagram (@mysocialdrug) and on our website www.mysocialdrug.org