PETIZIONE CHIUSA

Ampliamento Parco Appia Antica

Questa petizione aveva 1.141 sostenitori


·   Sia  inserito l'Ampliamento  Parco  Appia  Antica  nel  Piano  di assetto  del  Parco  stesso,  includendo  tutte  le  aree  presenti  in  quella  proposta regionale con particolare attenzione a Fosso della Cecchignola, Tenuta S. Alessio (Istituto Agrario Garibaldi) via DivinoAmore, Falcognana  e  le  aree limitrofe ed adiacenti che si  trovano nei comuni  di  Roma, Ciampino e Marino

·   Sia tutelato in modo definitivo l'Agro Romano, sul quale insistono diversi progetti edificatori che lo devasterebbero in maniera del tutto irreversibile

·   Sia decisa una “moratoria sine die del cemento” in tutte learee non edificate del quadrante  sud-est,  stante  la  grandissima  quantità  di  appartamenti  invenduti  ed edifici abbandonati,comecertificato dagli ultimi studi diISPRA e ISTAT.

L'Agro  Romano  del  quadrante  a  sud-est  della  Capitale  copre  un'enorme  porzione  di territorio del Lazio che siestende dalla Valle della Cecchignola fino alle pendici dei Castelli Romani. Negli anni passati le iniziative di cittadini ed associazioni hanno sventato ilsacco del Fosso della Cecchignola,un polmone verde che spicca per le sue caratteristiche ambientali  ed  idrogeologiche. L'area,  che  si  estende  per  170  ettari,  rappresenta  un corridoio naturale che connette il Parco Appia Antica con la Riserva Decima-Malafede. In quest’area sono presenti numerose specie di avifauna, mammiferi, insetti, specie botaniche.  E’  un  luogo  fruito  dai  cittadini  che  qui  svolgono molteplici attività ricreative. Chiediamo che quest'area venga tutelata integralmente ed annessa al Parco Appia Antica.

Nonostante i recenti slogan contro il consumo disuolo, si continua senza sosta a costruire nell'AgroRomano. Dove non ci sono cantieri, i terreni sono già ipotecati. Basti pensare agli interventi “Città della Trasformazione Prato Smeraldo” R66(440,000mq),“DivinoAmore” (1milionee300milametricubi) e Paglian Casale (1 milione mq). Una distruzione di territorio incontrovertibile, mentre l’Unione Europea si esprime in materia di consumo di suolo con delle precise linee guida volte a tutelare tutti i suoli agricoli che sono indispensabili per il nutrimento e l’economia futura dell’Europa e del nostro Paese. I recenti rapporti di ISPRA, ISTAT e di diverse associazioni nazionali relativi al consumo di suolo, sono desolanti e dipingono un quadro di alloggi invenduti mostruoso.

I nostri padri costituzionali hanno legato l'art.9 cost., tutela del paesaggio all'art.32 cost., tutela della salute e ricordiamo la recente sentenza del Consiglio di Stato (Cons. Stato, Sez. IV,29aprile 2014,n. 2222) che sancisce:

“il paesaggio – nel nostro Ordinamento – è bene primario e assoluto. La tutela del paesaggio è quindi prevalente su qualsiasi altro interesse giuridicamente rilevante, sia di carattere pubblico che privato.” (art.42 cost. funzione sociale della proprietà pubblica e privata)

                             ASSOCIAZIONI E COMITATI FIRMATARI

 Assemblea contro la cementificazione di Marino

Coord. Agro Romano Bene Comune

 Forum Salviamo il Paesaggio Roma e Provincia



Oggi: Coord Agro Romano Bene Comune conta su di te

Coord Agro Romano Bene Comune ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Dario Franceschini: Ampliamento Parco Appia Antica". Unisciti con Coord Agro Romano Bene Comune ed 1.140 sostenitori più oggi.