Mantenere Parco Ornitologico di Villa d'Orleans

PETIZIONE CHIUSA

Mantenere Parco Ornitologico di Villa d'Orleans

Questa petizione aveva 3.801 sostenitori

Bambini Siciliani ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Rosario Crocetta (Ex Presidente Regione Sicilia) e a

NON FACCIAMO CHIUDERE L'UNICO PARCO ORNITOLOGICO SICILIANO DONATO AI BAMBINI SICILIANI NEL 1955.

Il Presidente Crocetta ha disposto lo sgombero del parco ornitologico di Villa d'Orleans, poichè sostiene che tenere “in affitto” 1171 animali rari (tra i quali specie in via d'estinzione) simbolo, sia uno dei tanti sprechi dell'odiata Casta politica.

Ma Lauricella si è sempre difeso. “Altro che spreco: questo parco costa meno di un funzionario della Regione, poco meno di 300 mila euro l'anno, con cui però noi paghiamo gli stipendi a sette persone, diamo da mangiare a circa 1400 animali (141 sono della Regione e 72 affidati alla ditta in custodia giudiziale) e paghiamo i veterinari. Poco meno di 300 mila euro l'anno servono, di fatto, a mantenere il terzo parco ornitologico d'Europa”.

In realtà il parco è pubblico ed è fruibile gratuitamente e, secondo una tradizione inaugurata nel 1955 al momento dell'apertura del Parco, l'ingresso è riservato ai bambini accompagnati da adulti, tanto che è una delle mete preferite dai bambini palermitani che possono godere di un piccolo paradiso nel centro storico della città.

Il parco storico fu fondato nel 1797 da Ferdinando IV di Borbone. Nel corso degli anni la tenuta, costituita da una pregevole dimora e dal parco, subì diverse trasformazioni, arricchendosi di specie arboree e arbustive più che altro di origine esotica. La villa e il parco furono infine venduti alla Regione Sicilia che fece del Palazzo d'Orleans la propria sede.

Alla metà degli anni Cinquanta venne inaugurata, a opera dell'allora presidente della Regione Giuseppe Alessi, un primo nucleo di strutture adatte a ospitare una piccola collezione di pappagalli.  Successivamente la gestione del parco fu affidata a Salvatore Lauricella che arricchì la nascente collezione con  nuovi e rari esemplari (la maggior parte provenienti dalla sua collezione privata). Il parco, inserito nel suggestivo giardino storico, è costituito da voliere, gabbie e laghetti sapientemente disposti tra la lussureggiante vegetazione. 
Nel parco si riproducono con una certa regolarità diverse specie, molte delle quali oggi a rischio di estinzione. 
Il parco ospita circa 3000 esemplari di uccelli ed è presente una delle maggiori collezioni europee di pappagalli. Fra le specie più rappresentative notiamo inoltre: fenicotteri rosa, grù di varie specie, aironi, fagiani, anseriformi, columbiformi, grandi rapaci e una nutrita varietà di specie di passeriformi. A partire dal 2004 la Regione Sicilia ha avviato il rimodernamento di gabbie e voliere per l'adeguamento alle norme attuali. 

PETIZIONE CHIUSA

Questa petizione aveva 3.801 sostenitori