Chiudiamo l'accesso alle frontiere ticinesi

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


CONDIVIDETE - Emergenza coronavirus

L'emergenza coronavirus tocca ognuno di noi, oggi l'Italia ha decretato la chiusura di gran parte delle regioni del nord per contenere l'epidemia che ha ormai mietuto quasi 4'000 persone nel mondo, oggi il presidente della OMS ha elogiato il coraggio dell'Italia affermando che "Il governo, il popolo italiano stanno intraprendendo azioni decise e coraggiose con l'obiettivo di rallentare la diffusione del coronavirus e proteggere il loro Paese e il mondo. Stanno fronteggiando sacrifici notevoli".

Tuttavia domani, 70'000 persone, varcheranno il confine come di consueto con il nostro paese e nonostante non abbiano alcun colpa sul diffondersi del virus inconsapevolmente verrà favorito il contagio nel nostro Cantone, nel nostro paese.

Oggi noi cittadini svizzeri abbiamo il dovere di far sentire la nostra voce, la nostra preoccupazione, la nostra volontà a salvaguardare i più deboli, i nostri genitori, i nostri nonni con misure concrete.

Chiediamo per questo al nostro governo di:

  1. Li limitare l'accesso dei frontalieri al personale indispensabile impegnato nel settore sociosanitario.
  2. Impiegare e reimpiegare se necessario la protezione civile, volontari con formazione sanitaria.

Tocca a noi ora avere il coraggio di agire, di mettere da parte politica ed economia per un bene comune e maggiore: la nostra salute, le nostre vite e di chi amiamo.