Le sofferenze vanno eliminate non censurate

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Tra febbraio e giugno 2017 Essere Animali ha documentato otto allevamenti fornitori del Prosciutto di Parma: le immagini mostrano animali in stato di grave sofferenza e situazioni di maltrattamento che abbiamo prontamente denunciato.

Non è la prima volta che filmiamo simili condizioni. Nel dicembre 2016 il video Prosciutto Crudele, girato all'interno di un allevamento fornitore del Consorzio aveva creato grande scalpore. Le immagini, che documentavano maiali in terribili condizioni e comportamenti crudeli degli operatori, sono state trasmesse anche in televisione e hanno consentito l'intervento del Corpo Forestale dello Stato, che ha confermato la presenza di "animali palesemente malati e sofferenti".

Il Consorzio del Prosciutto di Parma ha denunciato la nostra associazione per 'diffamazione a mezzo stampa' e, nell'attesa delle indagini, è riuscito ad ottenere il sequestro preventivo del video, eliminato dal nostro canale Youtube.

Questo è un grave attacco alla libera informazione.

Crediamo che tutti abbiano il diritto di sapere e soprattutto di vedere con i propri occhi la sofferenza nascosta dentro gli allevamenti intensivi da cui si riforniscono anche le eccellenze del Made in Italy.

La sofferenza deve essere eliminata, non censurata!

PER INFO VAI AL SITO



Oggi: Essere Animali conta su di te

Essere Animali ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Consorzio Prosciutto di Parma: no alla censura della sofferenza". Unisciti con Essere Animali ed 6.929 sostenitori più oggi.