#simaialetto cancellare la legge che vieta il piccolo allevamento familiare.

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


La legge regionale n. 28 del 2018 vieta di detenere capi suini riproduttori e stabilisce che non si possano avere più di 4 capi da ingrasso negli allevamenti familiari.

In un colpo solo questa norma cancella il piccolo allevamento a dimensione familiare dei maialetti, calpestando una tradizione millenaria, mortificando le persone e causando un danno economico a chi si procura onestamente il “pane quotidiano”.

In questo modo anziché difendere il nostro agroalimentare, aiutando le famiglie a far crescere la propria attività, si apre la strada, ancora di più, alla colonizzazione delle nostre tavole e all’importazione di maialetti allevati all’estero.

È una decisione non solo illogica, ma repressiva verso i sardi e la Sardegna ed è un esempio di una Regione che fa la forte con i deboli ed è debole con i forti.

Noi preferiamo consumare maialetti sardi, di cui conosciamo l’origine e la qualità e preferiamo che anche dai piccoli allevamenti possa nascere futuro lavoro per i nostri figli e i nostri nipoti.

Chiediamo che questa legge venga abrogata subito.

 

 

 



Oggi: Ugo conta su di te

Ugo Cappellacci ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Consiglio Regionale della Sardegna @gfganau ‏e @F_Pigliaru: #simaialetto cancellare la legge che vieta il piccolo allevamento familiare.". Unisciti con Ugo ed 17.642 sostenitori più oggi.