Salviamo la pineta di Viareggio: NO alla via a sud dello stadio!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Cari amici, c’è bisogno dell’azione immediata di tutti: a Viareggio (Toscana) è in progetto un devastante stradone, largo 15 metri e destinato al traffico di mezzi pesanti, nel bel mezzo della pineta di Levante (da sempre “polmone verde” della città).


Questa “Via del Mare”, così l’ hanno chiamata, taglierebbe in due la pineta passando proprio a ridosso dell’area protetta del Parco Regionale di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli.


Essa porterebbe smog, traffico, inquinamento e rumore nel cuore naturalisticamente intatto di una città già messa a dura prova in questi decenni dalla mancanza di adeguate politiche di conservazione.


La “Macchia Lucchese” di Viareggio (oltre ad essere il simbolo della nostra città, e fonte di ispirazione nel corso dei secoli per tanti artisti e scrittori) è zona riconosciuta di interesse europeo, nonché insignita del Diploma Europeo delle Aree Protette per le sue caratteristiche ambientali uniche e il suo patrimonio di flora e fauna.


Il tratto iniziale della pineta, che costituisce il graduale ingresso a questo patrimonio, si troverebbe ora troncato da una strada extra-urbana (praticamente una superstrada!). Diverse centinaia di pini verrebbero abbattuti, e la libertà di movimento degli animali selvatici sarebbe messa a rischio.


Viareggio è una città già interessata da diversi problemi ambientali, e come Comitato per la Salvezza della Pineta ci chiediamo che senso abbia perseverare nel distruggere l’ambiente in nome del “progresso”.


Come si può parlare di progresso quando si tratta di inghiottire sotto asfalto e cemento la natura della nostra città? Laddove all’estero (e in parte anche in Italia) ormai da un pezzo si è capito che l’ambiente è anche un punto di forza per il turismo, l’amministrazione di Viareggio crede ancora che il turismo si incrementi cementificando e devastando!!


Oltre al grave danno ambientale, poi, guardando i progetti sembra che la strada renda necessaria la demolizione di una palazzina, lasciando diverse famiglie senza casa: fatto ancor più grave in una città dove è già presente una grave emergenza abitativa. Alla richiesta di informazioni su questo punto l’amministrazione non ha finora dato risposte rassicuranti.


Ma, a parte tutte queste considerazioni, esistono secondo noi cose che non si possono commerciare, e l’ integrità della nostra pineta è una di queste!


Siamo anche convinti che questo problema non riguardi solo la città di Viareggio. Per questo riteniamo opportuno rivolgere la petizione, oltre che al Comune, al Ministero dell’ Ambiente, per chiedere che una volta tanto non si scelga la strada della distruzione, ma quella della conservazione. Riteniamo giusto poi inoltrarla al Consiglio Europeo, perché venga costituita una commissione di esperti che valutino se e come un tale progetto sia conciliabile con la Convenzione per la conservazione della vita selvatica e dei suoi biotopi in Europa, in particolare per i punti che riguardano la conservazione della flora e della fauna spontanee e dei relativi habitat


Questo per noi significa bellezza, questo per noi significa amare Viareggio!

Comitato per la Salvezza della Pineta di Viareggio



Oggi: Comitato per la Salvezza della Pineta di Viareggio conta su di te

Comitato per la Salvezza della Pineta di Viareggio ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comune di Viareggio: Salviamo la pineta di Viareggio: NO alla via a sud dello stadio!". Unisciti con Comitato per la Salvezza della Pineta di Viareggio ed 2.806 sostenitori più oggi.