Gaiola libera. STOP a chi vuole approfittare del covid-19 per limitare l'accesso al mare!

Gaiola libera. STOP a chi vuole approfittare del covid-19 per limitare l'accesso al mare!

0 hanno firmato. Arriviamo a 2.500.


 
"PREMESSO CHE le scogliere e gli arenili della Gajola rappresentano uno dei pochissimi accessi pubblici al mare, peraltro all'interno dell'Area Marina Protetta del Parco Sommerso di Gaiola" (Ordinanza Sindacale n.1573/15.03.2010- Progressiva Annuale n.766/4.05.2010)

Il covid 19 ha certamente peggiorato la situazione. Il distanziamento sociale è una salvaguardia indispensabile per la sopravvivenza di ciascuno

In un momento storico come questo è ancor più necessario che si creino nuovi spazi fruibili per tutti, per questo CHIEDIAMO che l'area marina protetta della Gaiola sia accessibile e balneabile per tutti, sia nella Zona B che nella Zona A (come del resto è stato fino a Marzo 2020). Crediamo sia illecito mantenere una riserva marina in pieno centro città che limiti l'accesso al pubblico, specie in un simile momento storico, e quindi chiediamo che l'accesso al pubblico sia libero come nelle altre zone pubbliche della costa posillipina, come previsto dagli ultimi decreti ministeriali nazionali e l'ultima ordinanza della regione Campania.

Napoli è una città nota per la sua straordinaria bellezza. Il mare è certamente uno degli elementi più significativi per la città ed i suoi abitanti, eppure negli ultimi anni si è assistito sempre di più ad un'eccessiva privatizzazione del litorale, che ha reso sempre più difficile l'accesso al mare. Il mare in città è un bene pubblico irrinunciabile, poiché sono davvero poche e insufficienti le aree verdi pubbliche, che possono essere utilizzate dai cittadini nel caldo e afoso periodo estivo. La città è molto cementificata e la densità abitativa e tra le più alte in Italia. Certamente il litorale della collina di Posillipo rappresenta un'ancora di salvezza indispensabile per chi non ha possibilità economiche e di spostarsi fuori città.

La Gaiola è un bene da garantire ai cittadini napoletani, per la loro salute e una migliore qualità di vita. Tutela ambientale non significa riduzione della qualità di vita dei cittadini!