Rinfresca Bologna: vogliamo le fontane a raso!!

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Richiesta al Comune di Bologna di installare fontane a raso e giochi d'acqua per permettere ai bambini di rinfrescarsi giocando

Spettabile Comune di Bologna

C.A.
Sindaco - Virginio Merola
Vicesindaco -  Marilena Pillati

L’estate è qui e a Bologna non esistono fontane a raso che permettono ai bambini (e ai grandi!) di rinfrescarsi giocando con l’acqua.

La temperatura supera i 30° per 3 mesi l’anno, non tutti si possono permettere di mandare i bambini al mare tutta l’estate e il costo dell’ingresso delle piscine è proibitivo per tante famiglie. Le fontane a raso possono essere installate in modo permanente o provvisorio (con un meccanismo pop-up) sia nei parchi che nelle piazze. Ormai sono ovunque ma a Bologna no.

Le fontane a raso sono un segno di civiltà, permettono ai più piccoli di poter vivere la città con piacere anche quando c’è l’afa!

Ci è stato detto che non si possono mettere perché “l’acqua bagna” (!) e “i bambini possono scivolare e farsi male…”. Esistono però soluzioni sicure (e ovviamente a norma), basta guardare le soluzioni adottate da numerosissime città del mondo (anche in Italia) dove fontane a raso e giochi d'acqua allietano i bambini e risolvono (almeno in parte) i disagi dovuti alle temperature sempre più alte che i cambiamenti climatici stanno generando.

Per cominciare, come primo intervento simbolico, chiediamo al comune di Bologna il recupero o la trasformazione della vasca dei Giardini Margherita in giochi d'acqua per bambini.

La vasca vuota da tempo (e in stato d'abbandono) potrebbe tornare a disposizione dei giochi dei bambini permettendogli di godere di uno degli elementi che più amano: l'acqua.

Il refrigerio sarebbe garantito dalla possibile trasformazione della superficie oggi occupata dalla vasca in zona destinata a fontane a raso.

Oltre alle fontane a raso chiediamo vengano realizzati altri giochi d'acqua come ad esempio pompe (a manovella e non solo), viti di Archimede e giochi idraulici che permettano di sperimentare la dinamica dei fluidi, dando così l’opportunità ai bambini di provare attività emozionanti legate all’elemento acqua oltre a mitigare la calura estiva presente nella nostra città.

Questi interventi potranno essere realizzati con una parte dei fondi (500.000 euro) che recentemente il Comune ha comunicato di avere stanziato per la manutenzione dei giochi per i bambini nei parchi.

Certi dell'ascolto che l'amministrazione vorrà dare a questa richiesta dei cittadini attendiamo che dalle parole si passi ai fatti e che i buoni propositi espressi circa l'attenzione alla cura del verde, nei confronti dei bambini e dei giochi a loro destinati vengano rispettati a beneficio dell'intera comunità.

CINNICA

Libera Consulta per una Città Amica dell'Infanzia

Tutti coloro che desiderano far parte della Consulta sono invitati a contattarci!

tel: 346 238 9861

mail: familyfriendlybo@gmail.com

 

Questa richiesta è indirizzata anche a:

Assessore Manutenzione del patrimonio e del verde pubblico – Alberto Aitini

Assessore alla Sanità e Welfare – Giuliano Barigazzi

Assessore Bilancio - Davide Conte

Assessore Turismo e promozione della città, Cultura e Progetto nuove centralità culturali nelle periferie, Immaginazione civica, Patrimonio, Sport, - Matteo Lepore

Assessore Urbanistica, Ambiente - Valentina Orioli

Assessore Quartieri  – Susanna Zaccaria

e a tutti i consiglieri comunali

 


Vuoi condividere questa petizione?