Salviamo il Quinto Remo con un pontile dedicato in fregio alla banchina di Cadimare.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Da pochi giorni gira su internet la triste notizia del disarmo definitivo? del Quinto Remo.

Fabio Castiglia padre del progetto, ha rilasciato una intervista a Tele Liguria Sud (clicca qui).

COSA POSSIAMO FARE PER NON FAR MORIRE QUESTO PROGETTO?
Le risposte sono tante, alcune le ha consigliate nel video lo stesso Fabio, altre, in risposta ad un post sulla pagina Facebook del Cantiere della Memoria, le ha suggerite il noto giornalista 'nautico' Corrado Ricci:

Se il problema è solo quello dell’ormeggio, penso che l’unica soluzione sia dotare il Quinto Remo di un pontile dedicato in fregio alla banchina di Cadimare, con concessione rilasciata dall’Autorita di Sistema Portuale a canone sociale (la legge lo permette) e concorso al pagamento dello stesso (e del mantenimento dello scafo) da parte di tutte le associazioni del borgo più sanguigno del golfo, con possibilità parallela per esse di dimostrare che sentono davvero come ‘tesoro’ proprio il Quinto Remo, sulla rotta di una rinnovata coesione attorno all’emblema della marineria e dei meriti acquisiti sul campo dal comandante Fabio Castiglia. Sarebbe bello aver il Quinto Remo alle Grazie (e lo soluzione si potrebbe trovare sulla calata Braccini ‘dimenticata’ dagli enti) ma sarebbe come sradicare un albero dal terreno dal quale è nato e attraverso il quale ha dato grandi frutti (vedi incipit allo sbarco dei pirati) per il borgo di Cadimare, per l’intero golfo. Penso che debba essere il Comune della Spezia a tessere la tela ... prima che sia troppo tardi.



Oggi: Attilio conta su di te

Attilio COZZANI ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comune della Spezia: Salviamo il Quinto Remo con un pontile dedicato in fregio alla banchina di Cadimare.". Unisciti con Attilio ed 356 sostenitori più oggi.