Poniamo fine all'esenzione fiscale per il cherosene nell'Unione europea

0 hanno firmato. Arriviamo a 150.000.


Mi chiamo Valentina Weiskopf, ho 26 anni e sto attualmente completando i miei studi in Belgio. Amo viaggiare e apprezzo i molti benefici che ne derivano, ma come la maggior parte di voi, vorrei poterlo fare senza danneggiare il pianeta. Per questo motivo, con degli amici, ho deciso di lanciare un'Iniziativa dei Cittadini Europei, una petizione ufficiale e vincolante per porre fine all'esenzione fiscale sul cherosene nell'Unione europea.

Il volo è diventato il mezzo di trasporto preferito, soprattutto per via dei voli a basso costo altamente pubblicizzati, anche per brevi distanze. Tuttavia, quello che molti non sanno è che l'aviazione è il modo di trasporto con il più alto impatto ambientale. Nonostante i suoi effetti sul nostro pianeta, il settore beneficia di esenzioni fiscali ingiuste e dannose per l'ambiente. Di conseguenza, il trasporto aereo è oggi responsabile del 5 per cento del cambiamento climatico provocato dall'uomo. Solo in Europa, le emissioni di CO2 del trasporto aereo sono aumentate del 26,3% negli ultimi cinque anni e si prevede che continueranno a crescere pericolosamente.

Nonostante queste cifre allarmanti, il settore del trasporto aereo continua a beneficiare di esenzioni fiscali che gli conferiscono un vantaggio competitivo, facendo infuriare gli utenti di treni e automobili fortemente tassati.

I prezzi dei biglietti aerei sono mantenuti artificialmente bassi nonostante il loro impatto ambientale perché: 

  • I voli internazionali sono esenti da IVA.
  • Il cherosene è anche esente da tasse in tutta l'UE, mentre molti paesi del mondo, persino l'Arabia Saudita, tassano il cherosene per i voli interni.
  • Porre fine all'esenzione dalla tassa sul carburante per l'aviazione in Europa e a questa ingiustizia climatica è essenziale per spingere le compagnie aeree a ridurre le loro emissioni fornendo al contempo le risorse finanziarie necessarie per la transizione verso una mobilità verde in Europa.

Perché è necessario agire a livello europeo?

Non sono state adottate misure efficaci a livello globale per ridurre le emissioni del trasporto aereo nonostante decenni di negoziati.I governi europei temono che una misura nazionale per porre fine a queste deroghe possa minare la competitività dei loro aeroporti e compagnie aeree nazionali.

Per questo motivo è necessaria una risposta europea ed è per questo che insieme ai miei amici abbiamo lanciato un'Iniziativa dei cittadini europei, una petizione ufficiale dell'UE, per porre fine all'ingiusta esenzione fiscale sul kerosene per i voli all'interno dell'UE.

Firma la mia petizione Change.org per ricevere aggiornamenti occasionali su questo movimento paneuropeo. Abbiamo bisogno che tu ti unisca alla campagna per diffondere la voce per far sentire la voce dei nostri governi. Io e i miei amici avremmo potuto avviare questa iniziativa, ma ora è nelle mani di tutti i cittadini dell'UE.

Se un milione di firme di cittadini dell'UE saranno raccolte dalla nostra piattaforma ufficiale di petizione, la Commissione dovrà proporre l'introduzione di una tassa sul cherosene ai nostri governi, da cui la necessità di esercitare pressioni su di loro attraverso il sostegno pubblico. Aiutaci a porre fine ai privilegi fiscali che vanno a vantaggio del mezzo di trasporto con il maggiore impatto climatico. Utilizziamo il gettito fiscale per migliorare l'infrastruttura ferroviaria europea al fine di avere alternative più accessibili e sostenibili ai voli.

Link diretto alla petizione ufficiale dell'UE: https://eci.ec.europa.eu/008/public/#/initiative (Per cittadini Italiani è necessario inserire il numero di passaporto o carta di identità).

Maggiori informazioni, riferimenti e dettagli della nostra proposta sul nostro sito web: https://www.endingaviationfueltaxexemption.eu/ Proponiamo che i voli lunghi siano tassati a tariffe più basse rispetto ai voli brevi e di mantenere l'esenzione per i voli da e per le isole.