Vittoria confermata

No al condono a Caltagirone e Mezzaroma per le inadempienze in piazza Navigatori

Questa petizione ha creato un cambiamento con 10.065 sostenitori!


Gentile sig. commissario,

come lei saprà i costruttori Bellavista Caltagirone e Mezzaroma, dovevano realizzare opere di urbanizzazione per un valore di 12 milioni di euro come corrispettivo per la costruzione di un edificio per uffici in piazza dei Navigatori e un albergo in via Giustiniano, ma in 12 anni non lo hanno fatto, a garanzia delle opere hanno presentato una fideiussione falsa ed affittato illegalmente parte degli edifici.

Al danno recato dal pesante intervento edilizio e dall'abbandono in cui ora versa l'area, si aggiunge la beffa della mancata realizzazione di un asilo, un parco pubblico, giochi per bambini, del nuovo mercato e delle altre opere previste, tra cui il sottopasso della Colombo che potrebbe salvare tante vite umane.

Considerata la gravità dell'inadempienza il Dipartimento Programmazione e Attuazione urbanistica di Roma Capitale il 18 novembre 2015, ha comunicato alla proprietà "l'avvio del procedimento di decadenza per inadempimento della convenzione urbanistica" e la conseguente "diretta  acquisizione al patrimonio capitolino degli immobili realizzati".

Le scriviamo perché ci è stato segnalato che, invece di procedere agli atti successivi: la revoca della convenzione e l'incameramento dei beni, sarebbero in corso incontri con la proprietà inadempiente per ricercare una cosiddetta "transazione" che potrebbe addirittura portare ad ulteriori costruzioni.

Se questi signori non hanno mantenuto gli impegni in 12 anni, perché dovremmo fidarci adesso?

Sarebbe inoltre un gravissimo precedente. Si sancirebbe infatti l'impunità di chi fa scempio della legalità, ed approfitta della mancanza di controlli per arricchirsi, certo della propria intoccabilità. Nessun costruttore farà più opere di urbanizzazione a Roma se "tanto poi tutto si aggiusta".

Nello stesso tempo si priverebbe il comune della possibilità di acquisire beni che potrebbero permettere di realizzare direttamente le opere che il quartiere aspetta da tanto tempo. 

In ogni caso questa cosiddetta "transazione" esulerebbe dai compiti del commissario, che sono di ordinaria amministrazione.

La invitiamo pertanto a sospendere qualsiasi "trattativa" con i proprietari inadempienti e a vigilare sugli uffici affinché la procedura di decadenza della convenzione sia portata a termine nel più breve tempo, anche per evitare di causare alla collettività un danno patrimoniale oltre che morale.

Starà alla nuova amministrazione, democraticamente legittimata dalle elezioni, decidere, di concerto con i cittadini, come destinare gli immobili acquisiti (abbatterli, destinarli ad uso pubblico o affittarli per finanziare le opere di urbanizzazione). 



Oggi: Fabio conta su di te

Fabio Alberti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Commissario Tronca: Revoca la convenzione urbanistica per piazza dei Navigatori e via Giustiniano ai costruttori inadempienti Caltagirone e Mezzaroma". Unisciti con Fabio ed 10.064 sostenitori più oggi.