Cologno Monzese (MI): cancellare il patrocinio ai neofascisti

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


Sabato 10 giugno 2017 il comune di Cologno Monzese (alle porte di Milano) patrocinerà una serata sul tema della lotta alla pedofilia. Iniziativa e tema lodevoli, si penserebbe subito. Però, accanto allo stemma del Comune, appare in bella vista il logo di Bran.co onlus. Da una semplice ricerca si scopre una cosa inquietante: si tratta di un'organizzazione-satellite di Lealtà e Azione, gruppo neofascista attivo a Milano e dintorni. Promotore, tra le altre cose, del raduno condito da saluti romani al campo 10 del Cimitero maggiore di Milano lo scorso 29 aprile, organizzato per commemorare i combattenti repubblichini. Manifestazione vietata dal Prefetto, che ha successivamente dichiarato di voler perseguire per evidente apologia di fascismo i partecipanti.

Non riteniamo ammissibile che un'organizzazione di questo tipo abbia il patrocinio del nostro Comune e soprattutto usi uno spazio pubblico come il cine-teatro comunale, per giunta intitolato all’attivista antimafia Peppino Impastato.

Rilanciando l’appello dell’ANPI provinciale e locale, chiediamo pertanto al Sindaco, all’Assessora alla cultura e all’intera amministrazione comunale di fornire spiegazioni in merito all’iniziativa, di revocare il patrocinio e – nel rispetto della legalità costituzionale e della memoria della Resistenza – revocare la concessione del cine-teatro Peppino Impastato.



Oggi: Casa in Movimento conta su di te

Casa in Movimento ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Cologno Monzese (MI): cancellare il patrocinio ai neofascisti". Unisciti con Casa in Movimento ed 2.966 sostenitori più oggi.