Accendiamo la speranza, appello alle Siciliane ed ai Siciliani

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Accendiamo la speranza, appello alle siciliane ed ai siciliani.

Siamo cittadini e cittadine siciliane che guardano con profonda amarezza e rabbia allo stato della nostra Regione nella quale negli anni si sono accumulate sacche di inefficienza, di scelte sbagliate, di cattiva gestione e di politiche non attente alla tutela dei diritti dei cittadini e allo sviluppo delle nostre comunità. Tutto ciò ha contribuito ad impoverire la Sicilia ed a moltiplicare sprechi e disuguaglianze.
Molti di noi non militano in nessun partito, c’è anche chi da tempo ha dismesso la matita elettorale e chi ha scelto la sua professione, il proprio luogo di lavoro, l’associazionismo, la propria comunità come terreno del proprio impegno personale.
Siamo l'altra Sicilia, quella che si impegna ogni giorno senza strepitare, quella grazie alla quale le cose vanno avanti!
Noi non vogliamo percorrere la strada della rassegnazione e del disimpegno ma cercare di capire se è ancora possibile pensare ad una alternativa credibile ed efficace, che rimetta al centro del governo della Sicilia i principi costituzionali difesi con l'impegno a favore del No, lo scorso 4 dicembre.
Per queste ragioni ci dichiariamo disponibili a sostenere l’insieme delle forze politiche, sociali, culturali e civili, che non hanno avuto responsabilità di governo nello scempio di questi anni. Pensiamo sia utile e urgente che queste forze, delle quali sentiamo di far parte, definiscano un programma chiaro, volto a migliorare profondamente la vita dei siciliani.
Un programma concreto e credibile che abbandoni il politichese di chi malgoverna. Vogliamo declinare in positivo i nostri bisogni, non vogliamo narrare il nostro dolore, la nostra rabbia ma declinare nuove possibilità e nuove proposte per la nostra terra.
Insieme ci prenderemo cura della nostra terra e delle nostre comunità, mettendo ai margini la mafia ed il malaffare. Costruiremo un piano straordinario di manutenzione del nostro territorio, delle vie di comunicazione che oggi allontanano le nostre comunità invece di favorirne gli scambi, favorendo al contrario l'abbandono e l'esclusione. Un piano straodinario che sappia mettere al centro i mille comuni, così ricchi di umanità, tradizioni e cultura. Che preservi e valorizzi il nostro immenso patrimonio artistico e ambientale, immensa miniera di opportunità. Un piano straodinario che sappia tornare al mare, all'essenza di isola della nostra terra che dal mare ha saputo trarre opportunità di relazioni con l'intera umanità.
E vogliamo che il nostro piano straordinario concretizzi i diritti delle nostre generazioni dal diritto allo studio ed alla formazione continua al diritto al lavoro ed all'impresa che permetta a chiunque una vita dignitosa, con una sanità che sappia essere al fianco e non nemica.
Vogliamo, come già facciamo nelle nostre vite, costruire la Sicilia dei ponti e dei legami, quella che si prende per mano perché nessuno sia escluso.
Per la costruzione di questo programma mettiamo a disposizione le nostre competenze e professionalità.
Giudichiamo positivamente la disponibilità offerta da Ottavio Navarra a guidare tale coalizione. Condividiamo tale scelta e ci impegniamo a sostenerla.



Oggi: Roberto conta su di te

Roberto Zampardi ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Cittadini siciliani: Accendiamo la speranza, appello alle siciliane ed ai siciliani". Unisciti con Roberto ed 293 sostenitori più oggi.