Chiediamo udienza al Presidente Conte per salvare il settore Ho​.​Re​.​Ca. e Turismo.

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Noi del Movimento Imprese Ospitalità ti chiediamo di firmare questa petizione che ci aiuterà a raggiungere tavoli importanti e, grazie alla tua collaborazione, ottenere grandi risultati. 

Il nostro movimento ha come obiettivo principale il sostegno alle imprese italiane sulle quali sta gravando pesantemente la situazione che tutti stiamo vivendo. Se non dovessimo riuscire a muoverci per tempo in modo chiaro, competente e deciso il rischio che corriamo è che il tessuto economico del nostro Paese si laceri in maniera irrecuperabile. Proseguendo nella direzione ad oggi intrapresa rischiano di sparire le piccole e medie aziende dai paesi e dalle città. Aziende familiari di ristoratori, albergatori, commercianti e artigiani verranno sostituite dalle uniche imprese che avranno avuto il potere di sopravvivere e che avranno ricevuto tutele per farlo, spesso multinazionali o grandi catene. 

È importante notare come tutte le attività commerciali delle nostre città e dei nostri borghi siano inevitabilmente collegate tra di loro e rappresentino il grande patrimonio enogastronomico Italiano. Il rischio che corriamo è che con il crollo del settore Ho.Re.Ca. ci sia una ricaduta su tutte le aziende che lavorano all'approvvigionamento del settore stesso e su molte altre che sono collegate indirettamente.

Per essere più chiari parliamo di perdite dirette nell’ordine delle decine di miliardi di euro e di milioni di imprenditori e rispettivi dipendenti che rischiano di perdere attività e lavoro. 

Il destino di queste persone è vincolato alle decisioni che il governo e le task force incaricate prenderanno in questi giorni decisivi. Queste ultime sono composte da tecnici che, non avendo alcuna esperienza di settore, non ne conoscono le criticità reali e sono dunque inclini a promulgare norme e decreti inadeguati. Queste disposizioni, oltre a non aiutare nel concreto le aziende, stanno penalizzando ulteriormente le loro attività lavorative quotidiane. 

Tutto questo condurrà, se non verrà fermato, oltre che ad immense perdite a livello economico, a enormi perdite sul piano umano. Il valore del lavoro, l'importanza della dignità, la perdita delle tradizioni e la conseguente recisione di radici condurranno il nostro paese a perdere la sua vera unicità, che risiede in tutti noi. 

Ebbene sì, è proprio grazie ad ognuno di noi, a come siamo, a quello che facciamo, la dedizione con cui viviamo il nostro lavoro che l'Italia è uno dei paesi più invidiati al mondo.

Grazie alla tua firma, e alla tua partecipazione, speriamo di avere l’occasione di venire ascoltati e quindi, finalmente, di dare il nostro contributo e avere la considerazione che meritiamo. Ti promettiamo che il nostro impegno non sarà vano. Siamo, come te, professionisti di questo settore e abbiamo il dovere di salvare le nostre famiglie, le nostre aziende, l’Italia.